Giappone e Regno Unito costruiranno il miglior missile aria-aria del mondo

Per la prima volta, il Giappone e il Regno Unito hanno unito le forze per sviluppare il miglior missile aria-aria del mondo (a loro avviso), che supererà tutti gli analoghi esistenti. Si prevede che entrerà in servizio alla fine degli anni '20 per equipaggiare i caccia F-35A di quinta generazione.

Giappone e Gran Bretagna sono giustamente classificate tra le principali potenze militari, il che è senza dubbio supportato da un alto livello di ricerca e sviluppo. In particolare, una delle ultime conquiste del Giappone è il missile aria-aria AAM-4B con un radar a fase migliorato a prua, che sostituisce i modelli obsoleti.

I caccia giapponesi F-2 e F-15J sono equipaggiati con missili AAM-4B. Date le grandi dimensioni del missile, deve essere attaccato all'imbracatura esterna anche sugli F-35A, il che non influisce nel migliore dei modi sulla loro furtività. In totale, il Giappone prevede di acquistare 42 caccia F-35A.

Per posizionare un razzo all'interno della fusoliera bisognerà lavorare molto sul suo design. Una delle opzioni è dotare il missile di un'antenna a matrice di fase (AFAR), già installata sull'Eurofighter Typhoon, sui caccia F-35 e sui caccia russi Su-57 di quinta generazione.

I predecessori dei radar con AFAR - i radar con "dischi volanti" rotanti meccanicamente rispetto a loro occupano molto più spazio, sono più pesanti e, soprattutto, reagiscono più lentamente alle mutevoli situazioni, il che è molto importante nel moderno combattimento aereo.

La Gran Bretagna ha il suo sviluppo interessante: Meteor, il primo missile aria-aria a propellente solido al mondo con un motore a getto di ram, che sviluppa una velocità fino a Mach 4. Oltre alla sua alta velocità, ha un altro vantaggio: le sue dimensioni compatte, che lo rendono adatto allo scomparto dell'F-35.

I negoziati preliminari tra il Giappone e il Regno Unito sullo sviluppo congiunto di un nuovo missile sono iniziati nel 2014. Secondo gli esperti, ciascuna parte contribuisce alla creazione di nuove armi sotto forma di tecnologie militari uniche, a seguito delle quali il suo prototipo potrebbe apparire entro la metà del 2018.