L'azienda francese offre una casa galleggiante personale nello spirito di James Bond

Secondo l'architetto navale francese Michel Ducancel, la casa galleggiante Anthénea è stata ispirata da uno dei film di James Bond, La spia che mi amava.

Come il suo predecessore, UFO 2.0, Anthénea è stato originariamente concepito come un hotel o una spa, ma può essere convertito in una casa galleggiante in qualsiasi momento. L'area del modello presentato è di 50 mq. Puoi entrare in casa attraverso una porta del portello. Al piano terra si trova un soggiorno con divano, frigobar e finestra vista mare.

Dall'altro lato della casa c'è una zona giorno con un letto rotondo e un bagno. Il secondo piano, dove si accede da una scala, è riservato ad un'area ricreativa per 10 persone, ai cui servizi è presente un divano tondo.

Finora non si sa nulla dell'isolamento acustico e termico di Anthénea, ma secondo il suo creatore, il vetro della casa può resistere a cadute di temperatura da -30 a + 40 ° C.

Il sistema di supporto vitale è rappresentato da pannelli solari, un impianto di dissalazione, una stufa a legna e un generatore per l'alimentazione di backup. Se Anthénea viene utilizzata come hotel, verrà trainata in un determinato luogo, e se viene utilizzata come edificio residenziale, sarà inoltre dotata di motori elettrici, con i quali potrà muoversi ad una velocità di circa 10 km / h.

Anthénea si trova attualmente in Bretagna, in Francia, dove può essere acquistata per $ 535.000.