Chi ha inventato la prima locomotiva a vapore al mondo e quando?

La storia dell'invenzione della locomotiva a vapore ha molti punti controversi. È noto che i primi tentativi di creare macchine a vapore semoventi furono un carrello su un telaio di legno. Era messo in moto da una semplice caldaia a vapore e da un motore a cilindri verticali, grazie al quale ruotavano le ruote. Nonostante Joseph Cugno sia considerato l'autore delle prime macchine, non ha dovuto mettere la sua invenzione sui binari.

Richard Trevithick

Il primo a inventare la locomotiva a vapore fu Richard Trevithick, un ingegnere inglese, che nel 1801 pensò per primo alla progettazione di nuove caldaie a vapore - leggere e pratiche, e poi brevettò la prima locomotiva a vapore al mondo "Puffing Devil". Una caratteristica distintiva di questo modello erano le buone caratteristiche tecniche, ma anche la sua produzione fu interrotta a causa della mancanza di acciaio, da cui dovevano essere realizzati i binari, perché i binari in ghisa semplicemente non potevano far fronte all'enorme peso del veicolo e afflosciato.

"Puffing Devil"

7 anni dopo, Trevithick ha sviluppato un design più avanzato dell'auto, in grado di muoversi a velocità fino a 30 km / h. Il nome "Catch Me Who Can" non è stato dato a questo modello per caso: a Londra, si è svolta un'intera competizione alla velocità di un'auto con i cavalli.

"Prendimi chi può"

Seguaci di Trevithick

Le prime locomotive a vapore al mondo erano pesanti e non sempre potevano muoversi su rotaie troppo lisce. Pertanto, gli inventori dopo Trevithick cercarono di escogitare vari mezzi per migliorare la presa delle ruote sui binari. Così, nel 1811, William Burton costruì un nuovo motore a vapore con tre paia di ruote. Un'innovazione nel suo approccio erano gli ingranaggi montati sulle ruote centrali. Erano necessari per afferrare i denti della cremagliera lungo i binari. Certo, il veicolo si muoveva agevolmente lungo i binari, ma creava un tale rumore che dovette essere abbandonato e i denti furono sostituiti con leve sui cardini. Tuttavia, anche questa soluzione non ha messo radici.

Un'altra versione della locomotiva a vapore è stata creata dal meccanico Forster e dal fabbro Hackworth - la loro macchina è stata chiamata "Puffing Billy", il che è stato spiegato dal forte rumore quando il vapore è stato rilasciato. Il design si è rivelato vincente, poiché la maggior parte degli elementi sono stati ricreati per analogia con il primo modello Trevithick.

"Puffing Billy"

Nel 1813 fu costruita la locomotiva a vapore Blucher, inventata da George Stephenson. È vero, ha dovuto lavorare sodo per rendere perfetto il suo veicolo, e ha acquisito la perfezione solo nel 1816, quando fu rilasciata la terza versione, in grado di trasportare treni fino a 50 tonnellate, sviluppando una velocità di 10 km / h.

Cherepanov

Mentre le locomotive a vapore stavano già iniziando a girare nel mondo, in Russia le persone venivano spostate tra le città su diligenze trainate da cavalli. La storia della costruzione di locomotive a vapore nel nostro paese è stata iniziata da Efim e Miron Cherepanov, i creatori della prima locomotiva a vapore russa. Già nel 1830 iniziarono a lavorare sulla loro auto. "Steamship Dilijan" - così chiamavano i Cherepanov la loro creazione - era pronta nel 1834. "Iron miracle", spaventando gli altri, spostato su binari in ghisa, è stato progettato per trasportare il minerale, ha sviluppato una velocità fino a 15 km / h.

Locomotiva a vapore modello Cherepanovs

I Cherepanov furono i primi a creare una locomotiva a vapore in Russia, ma la loro macchina non era richiesta e la maggior parte dei modelli fu acquistata all'estero. Nel 1880, il numero di unità a vapore nel nostro paese aumentò in modo significativo, sebbene la loro produzione occupasse solo un terzo del mercato. Ma si ritiene che siano stati i nostri ingegneri a distruggere il monopolio inglese sulla loro produzione. L'era delle locomotive a vapore durò fino agli anni '50 del XX secolo e i veicoli creati furono utilizzati negli anni '70. Oggi, le prime locomotive a vapore possono essere viste solo nei musei.