Chi ha inventato il palloncino?

Il sogno di elevarsi al di sopra della terra, superare la gravità e avvicinarsi al Sole vive nell'anima umana sin dai tempi antichi. Sono noti fatti storici che indicano che anche nell'antica Roma e in Cina, i primi tentativi furono fatti in tal senso per mezzo di contenitori pieni di fumo. Continuarono nel Medioevo, ma i palloncini risultanti erano piccoli, di breve durata e incapaci di sollevare altro oltre a se stessi. Chi ha inventato il pallone ad alta portanza che può trasportare un peso extra? Tutto iniziò alla fine del XVIII secolo in Francia, che può essere considerata la culla dell'aeronautica.

Inizio del percorso

Tutto iniziò il 5 giugno 1783, quando i figli dell'industriale francese della carta Montgolfier crearono un'enorme palla di carta del volume di 600 metri cubi. Attraverso una griglia di rami d'uva, è stato riempito di fumo da un incendio e ha scalato 500 metri. Dopo 10 minuti, quando il fumo si è raffreddato, il pallone è atterrato a 2 km dal sito di lancio.

Dopo aver lavorato tutta l'estate per migliorare il design, i fratelli Montgolfier il 19 settembre 1783 mandarono in volo le prime anime viventi: un ariete, un gallo e un'anatra. E il 21 novembre, due nobili francesi si sono avventurati in aria in una cesta abbastanza forte e affidabile. Dopo aver volato per 9 km a un'altitudine di 1000 metri, insieme al pallone, sono tornati a terra incolumi e hanno iniziato a essere venerati come eroi.

Ma i fratelli Montgolfier non furono gli unici a inventare i primi palloncini. Parallelamente a loro, un altro francese ha lavorato all'invenzione dell'aereo: il fisico Charles. Ha creato un modello più promettente, utilizzando l'idrogeno al posto del fumo, prolungando così in modo significativo la permanenza della struttura in aria e rendendolo possibile per le sue dimensioni più compatte. Il 27 agosto 1783, la sua invenzione: una palla con un volume di circa 200 metri cubi di seta impregnata di gomma, si sollevò con successo da terra e, dopo aver percorso una distanza di 28 km, atterrò in sicurezza in quasi un'ora.

Ulteriori lavori

Jacques Charles ha continuato a lavorare sul suo aereo. Ha introdotto miglioramenti che hanno aumentato la forza dell'involucro del pallone e hanno reso il volo un po 'più sicuro. Ha inventato un modo per misurare e controllare l'altitudine in volo e durante l'atterraggio. Le sue innovazioni, una rete di corda per una palla, sacchi di sabbia per zavorra, una valvola del gas, un'ancora ad aria, hanno reso il suo aereo un vero veicolo, permettendogli di percorrere lunghe distanze in modo rapido e sicuro.

L'unico inconveniente, l'idrogeno esplosivo, è stato sostituito negli anni dall'elio sicuro, ma ha continuato ad essere utilizzato su velivoli charlier senza pilota. In Russia, il primo volo di un pallone e di un uomo ebbe luogo nel 1804 a San Pietroburgo. Quindi i palloncini sono stati utilizzati principalmente per la ricerca scientifica.

Il miglioramento degli aerei è stato effettuato in futuro. Attualmente, i palloncini non sono solo un mezzo per scopi pratici, ma anche uno sport bello e popolare. E i primi scienziati che hanno inventato il pallone sono rimasti per sempre nella storia dell'aeronautica e della memoria umana.