Solar Impulse 2 ha completato con successo il suo volo dal Giappone

Non c'è dubbio un evento eccezionale nella storia dell'aviazione. Pilotato dallo svizzero Andre Borschberg, un aereo monoposto è atterrato venerdì su un piccolo aeroporto alla periferia di Honolulu, alle Hawaii.

La particolarità di questo volo è ben nota: l'aereo Solar Impulse 2 era equipaggiato con motori ad energia solare. Il volo non-stop dalla città giapponese di Nagoya è durato quasi 118 ore, quasi 50 ore in più rispetto al precedente record di nove anni fa, detenuto dall'americano Steve Fossett, che, tra l'altro, ha volato su un jet.

Solar Impulse 2 è alimentato da 17.000 pannelli solari. L'energia accumulata da loro era sufficiente anche per la notte. I promotori di questo progetto, senza alcuna garanzia, hanno preso un serio rischio, ma il loro rischio era giustificato. L'umanità ha acquisito un'esperienza unica nell'utilizzo di energie rinnovabili nella creazione di una nuova generazione di aviazione.

Il peso dell'aereo "solare", realizzato in fibra di carbonio, è di circa 2268 kg, e la velocità è di 45 km / h. Un minibus o un camion medio pesa all'incirca lo stesso. Il costo del progetto è stato di oltre 100 milioni di dollari, ma è ancora troppo presto per parlare della costruzione di massa di aeroplani con batterie solari. Mentre possiamo parlare della continuazione della ricerca.