I biologi dimostrano che gli squali hanno legami sociali

Gli zoologi credono da tempo che gli squali abbiano relazioni sociali forti e stabili. È vero, è molto difficile dimostrare questo fatto a causa della straordinaria mobilità nel comportamento di questi enormi pesci nel loro ambiente naturale.

I francesi di CRIOBE hanno tentato di ottenere tali dati sulle isole della Polinesia francese negli squali Malgash notturni. Il fatto che questa specie abbia legami forti è noto da tempo e gli scienziati volevano determinare quanto sono forti e qual è il principio di formazione di piccoli gruppi di squali. Per effettuare la ricerca è stato necessario navigare per diversi chilometri dalla costa e sparare a una profondità di quindici metri.

I gruppi si sono rivelati eterosessuali, da quattro a cinque individui ciascuno. I gruppi vivevano sullo stesso territorio, insieme lo difendevano dalle incursioni di estranei. Durante la caccia insieme, tutti conoscevano esattamente le proprie responsabilità e i propri luoghi. La dimensione del cervello di questi squali non è inferiore a quella dei mammiferi, quindi la presenza di connessioni sociali non è stata una sorpresa per gli scienziati. Ora l'obiettivo è confrontare il DNA di tutti i membri del gruppo, perché è interessante sapere se i gruppi sono basati su legami familiari o meno.