10 azioni automatiche del sistema nervoso (fatti)

10 azioni automatiche del sistema nervoso - tutte elencate di seguito sono fatti assoluti, quindi leggiamo.

Il sistema nervoso è una gigantesca rete di neuroni che trasmette i segnali e le connessioni tra di loro. La maggior parte dei neuroni - circa 100 miliardi - si trova nel nostro cervello (la colonna vertebrale è la seconda, con circa 1 miliardo di neuroni). Inoltre, il cervello contiene più di un tipo di neuroni, ce ne sono migliaia, ognuno ha la sua forma, funzione e scopo.

Il sistema nervoso è costituito da due parti, ognuna delle quali serve in ultima analisi a propagare un segnale tra i neuroni:

1) Il sistema nervoso centrale è costituito dal cervello e dal midollo spinale e funge da organo primario che controlla i messaggi in entrata e in uscita dal cervello;

2) Il sistema nervoso periferico è costituito dalle strade, strade e vicoli del sistema principale. Collega il sistema nervoso centrale al resto del corpo e si compone di due parti: somatica (che reindirizza i messaggi al sistema nervoso centrale) e vegetativa (che controlla il funzionamento degli organi).

Di seguito vedremo 10 cose di base che il nostro sistema nervoso elabora automaticamente.

1. Adattamento sensoriale

I tuoi cinque sensi - tatto, vista, udito, gusto e olfatto - forniscono grandi quantità di dati sensoriali al tuo cervello per l'elaborazione. Il sistema nervoso in questo caso serve per evidenziare le informazioni sensoriali più importanti.

Cellule speciali chiamate meccanocettori svolgono un ruolo fondamentale in questo. Se tocchi il dito e lo tieni sui vestiti che ora sono su di te, passerà pochissimo tempo e non sentirai più nulla. Poiché ciò non causa dolore, il tuo sistema nervoso smette di leggere e inviare segnali su questa azione. Cioè, il sistema nervoso centrale si è calmato, perché i recettori sensoriali le hanno inviato un segnale che tutto va bene. Tuttavia, spostando il dito di lato, sentirai nuovamente che stai indossando dei vestiti, e qual è la qualità del tessuto con cui è cucito, tuttavia, dopo pochi secondi perdi nuovamente la sensibilità.

Il tuo sistema nervoso non presta molta attenzione a suoni o rumori insignificanti e ripetitivi, come il ronzio di una lampadina fluorescente o di un laptop. Tuttavia, se viene visualizzato un nuovo rumore, attirerà immediatamente la tua attenzione, perché interromperà il normale ambiente. Oppure, se vieni a trovare uno dei tuoi amici, sentirai immediatamente l'odore caratteristico di ogni casa, anche se lui o lei affermerà che non sentono nulla.

2. Battito cardiaco, polso e pressione sanguigna

Se misuri la tua frequenza cardiaca mentre dormi, e poi dopo esserti alzato e aver iniziato a camminare per la stanza, scoprirai che la tua frequenza cardiaca aumenterà. Ma perché sta succedendo questo?

Il tuo sistema nervoso controlla il battito cardiaco (circa 100.000 battiti al giorno), così come la velocità con cui batte e la forza con cui il sangue agisce sulle arterie e le vene del tuo corpo. Inoltre, dovrebbe essere apprezzato il lavoro del sistema nervoso centrale: ad ogni battito cardiaco, il sangue arricchito di ossigeno viene erogato a ciascuna cellula. Le tue cellule richiedono meno ossigeno quando dormi, quindi il tuo sistema nervoso sa come conservare questi preziosi battiti cardiaci. Per questo motivo, la velocità dei colpi e la forza con cui il cuore batte rallenta.

Il sistema nervoso monitora attentamente la quantità di ossigeno che le cellule ricevono e ci vogliono poche frazioni di secondo per correggere se non sono completamente sature. Sebbene sia possibile modificare la frequenza cardiaca modificando il livello di attività fisica, il sistema nervoso esegue effettivamente le regolazioni. Devi solo "dirle" della necessità di più o meno ossigeno.

3. Eccitazione sessuale e orgasmo

La parte del tuo cervello responsabile di emozioni, sensibilità e pensieri gioca un ruolo enorme nell'eccitazione sessuale. Una volta "attivati", di solito inviano un messaggio all'ipotalamo, che quindi attiva il sistema nervoso autonomo. Il sistema nervoso simpatico e parasimpatico invia quindi molti segnali al tuo corpo che aumentano la frequenza cardiaca e il flusso sanguigno al pene e al clitoride. L'aumento del flusso sanguigno alla vagina aumenta la pressione sulle pareti vaginali, che innesca la produzione di lubrificante. Il sistema nervoso regola costantemente la temperatura dello scroto, rafforzandone o indebolendone i tessuti, a seconda della temperatura corporea e dell'ambiente.

Il sistema nervoso simpatico controlla l'orgasmo attraverso un aumento della respirazione, una maggiore circolazione, sudorazione e contrazioni muscolari. Dopo l'orgasmo, il sistema nervoso parasimpatico riporta il corpo al suo stato normale.

È interessante notare che altre cose, incluso l'esercizio, stimolano il sistema nervoso simpatico. Uno studio ha dimostrato che le donne si eccitavano di più dopo aver visto un film erotico se prima facevano una serie di esercizi fisici. L'ansia contribuisce anche alla comparsa dell'eccitazione nelle donne, ma solo a livello fisico, cioè nel momento in cui il corpo è pronto per il rapporto, la mente ne è meno interessata del solito.

4. Minzione

Quando il sistema nervoso istruisce il sistema digestivo a digerire il cibo, un prodotto di scarto chiamato urea viene lasciato nel sangue al termine del processo. Tutto il sangue circola regolarmente attraverso i reni, che separano l'urea e altri prodotti di scarto. Questi rifiuti, insieme all'acqua, verranno deviati nella vescica.

Una persona produce circa 1, 4 litri di urina al giorno. La tua vescica può contenere al massimo meno di un terzo di quella quantità (circa 400 millilitri), anche se di solito meno, a seconda delle tue dimensioni fisiche.

Il tuo sistema nervoso controlla il riempimento della vescica durante il giorno. I nervi collegati al midollo spinale sono "attaccati" ai muscoli detrusori situati nella parete della vescica, nonché ai muscoli dello sfintere uretrale. Affinché la minzione avvenga, i muscoli detrusori devono essere tesi e i muscoli dello sfintere uretrale rilassati.

Mentre si riempie, le pareti della vescica si allungano, che è ciò che viene detto al cervello. Fortunatamente, il nostro sistema nervoso limita temporaneamente i riflessi del midollo spinale che potrebbero innescare una minzione immediata e involontaria. Invece, la persona riceve un segnale che deve andare in bagno. Come con la respirazione, una persona può controllare il processo per un po 'di tempo, ma non troppo a lungo. Man mano che il tempo passa e il tuo corpo richiede più spazio nella vescica, il tuo sistema nervoso centrale allevia gradualmente le restrizioni dei riflessi.

5. Salivazione

Probabilmente il primo appuntamento non andrebbe bene se tu e il tuo partner durante la cena, prima di mettere in bocca un altro pezzo di cibo, pensaste ad attivare il lavoro delle ghiandole salivari.

La salivazione è molto importante per la digestione in quanto aiuta a lubrificare la bocca e l'esofago, che è essenziale per deglutire il cibo. La saliva avvia anche il processo di scomposizione del cibo non appena entra in bocca. La produzione di saliva avviene nelle ghiandole salivari e ci sono tre tipi di ghiandole che producono saliva di diversa consistenza (più o meno liquida). Il tuo sistema nervoso autonomo controlla sia la quantità che il tipo di saliva che produci.

Se sei ansioso o spaventato, potresti sentire la bocca secca. Invece di aiutarti a chiedere aiuto, il tuo sistema nervoso autonomo prende il fluido da dove può, per ridistribuirlo a bisogni più pressanti durante i periodi di stress.

La dipendenza della produzione di saliva dal sistema nervoso è stata dimostrata per la prima volta nei famosi esperimenti con il cane di Pavlov. Vale anche la pena notare che quando ti trovi in ​​una situazione stressante, la tua saliva contiene più cortisolo, l'ormone dello stress.

6. Digestione

Affinché possa iniziare, il cibo deve essere "scomposto" in componenti più piccoli, che vengono successivamente utilizzati per le esigenze del corpo. Questo è un processo sorprendentemente complesso, soprattutto se si considera che tutto ciò che facciamo consapevolmente è masticare e deglutire. Tutto il resto è curato dal sistema nervoso.

I nervi che nascono nel cervello e nel midollo spinale sono chiamati nervi esterni e sono loro che si riferiscono all'apparato digerente per conto del sistema nervoso. Questi nervi "innescano" l'adrenalina e l'acetilcolina affinché funzionino:

- L'acetilcolina provoca la contrazione del tratto digestivo, consentendo al cibo di muoversi. Questa sostanza chimica incoraggia anche lo stomaco e il pancreas a produrre più acido gastrico;

- l'adrenalina completa il processo, rilassa i muscoli dell'apparato digerente e termina la produzione di succo gastrico. Questo è molto paradossale, poiché l'adrenalina prende parte anche a situazioni stressanti, per quanto ne sappiamo, fa lavorare il corpo a maggiore velocità.

I nervi interni si trovano direttamente nei tessuti dell'esofago, dello stomaco, dell'intestino tenue e crasso. Reagiscono allo stiramento e al rilascio di sostanze chimiche che regolano la velocità di digestione e la secrezione dei succhi digestivi. Questi nervi interni formano il proprio sistema nervoso, contenente un numero simile di neuroni al midollo spinale.

7. Adrenalina e stress

Sebbene il nostro sistema nervoso autonomo il più delle volte faccia tutto bene, a volte si verificano situazioni impreviste, una di queste è la sua reazione al momento di stress (scarica di adrenalina, ecc.). Tuttavia, questo ci dà l'opportunità di compiere imprese sovrumane, ma allo stesso tempo possiamo spesso percepire, ad esempio, parlare in pubblico come una minaccia esistenziale.

Quando siamo stressati o ansiosi, proviamo una maggiore ansia, che può includere tremori, secchezza delle fauci, sudorazione e persino distorcere la nostra visione. Anche se spesso associamo questo sentimento a uno stato di paura o vulnerabilità, in effetti, in tali momenti siamo completamente preparati a intraprendere un'azione decisiva.

Questa condizione si basa sull'azione delle ghiandole surrenali, due minuscole ghiandole situate appena sopra i reni. Diversi neuroni situati in queste ghiandole funzionano come parte del sistema nervoso simpatico. Quando una persona si trova di fronte a un'emergenza, il sistema nervoso chiede alle ghiandole surrenali di rilasciare un po 'di adrenalina nel flusso sanguigno.

Questo ormone provoca molti cambiamenti per avere effetto rapidamente:

- il battito cardiaco diventa più veloce e più forte, il che aumenta la pressione sanguigna;

- il livello di zucchero nel sangue aumenta;

- c'è una ridistribuzione delle risorse, che contribuisce a una più rapida coagulazione del sangue;

- le pupille si dilatano, il che ti consente di vedere la minaccia per intero;

- i bronchi si espandono, preparando il corpo a consumare ossigeno nella massima quantità.

Quando la minaccia viene eliminata, le ghiandole surrenali ricevono un segnale per interrompere il rilascio di adrenalina e producono un altro ormone che neutralizza tutte le conseguenze.

8. Respirazione e funzione polmonare

Se pensi che sia difficile ricordare costantemente di rimuovere la tua tazza di caffè dal cruscotto della tua auto prima di partire, allora dovresti essere felice di non dover ricordare che devi respirare ogni pochi secondi. In modo da non farlo morire.

Non è che il tuo sistema nervoso ti "consideri" completamente irresponsabile, no, perché la respirazione è una di quelle cose che il sistema nervoso centrale controlla, tuttavia, in una certa misura, a volte una persona può guidare questo processo. Tuttavia, la noia, che sicuramente ti supererà se monitorerai regolarmente il tuo respiro, ti costringerà a riaffidare questa materia al sistema nervoso.

Puoi provare a sopprimere il respiro, tuttavia, avrai un successo limitato in questo sforzo. Il tuo sistema nervoso ha posto delle sentinelle per monitorare il livello di anidride carbonica nel tuo sangue. Se a queste cellule specializzate, note come chemocettori periferici, non piace quello che vedono, inviano immediatamente un segnale al cervello. Dopo aver ricevuto i segnali appropriati, il cervello istruisce il diaframma e gli altri muscoli associati a questo processo a contrarsi attivamente. Soddisfatti che il livello di anidride carbonica è diminuito, i chemocettori si calmano fino alla volta successiva.

I tuoi polmoni, invece, contengono un altro gruppo di sentinelle. Se questi recettori si sentono come se i polmoni fossero sovraccarichi, chiederanno l'approvazione del cervello per aiutarli. Ma, in verità, tutti questi messaggi non possono essere altro che giocare con un telefono rotto, quindi questa confusione nei segnali spesso porta a uno schema respiratorio disordinato: il singhiozzo.

9. Dilatazione della pupilla

Se hai mai fissato una lampadina accesa per molto tempo prima di spegnerla improvvisamente, sei senza dubbio subito dopo in un breve periodo di disorientamento visivo fino a quando i tuoi occhi non si sono abituati all'ambiente buio. Dopo circa un minuto, puoi già vedere molta meno luce, ma puoi vedere molto più chiaramente. Diamo molte cose per scontate e una di queste è la nostra capacità di vedere.

Affinché una persona possa vedere, la luce deve prima entrare nella pupilla, che ha un diametro di circa 3-5 millimetri. La quantità di luce che entra nella pupilla è di grande importanza per la qualità della nostra visione. Ad esempio, troppa luce in una giornata di sole ci accecherà, troppa poca luce in una stanza buia porta al fatto che non possiamo vedere bene certe cose.

Il nostro sistema nervoso controlla costantemente la quantità di luce che entra nei nostri occhi. Controlla anche l'efficacia di una particolare quantità di luce per noi per vedere determinati oggetti. Quando è buio, le nostre pupille si dilatano per "far entrare" più luce, forse migliorando così la nostra visione di ciò che ci circonda, quando c'è troppa luce, le pupille, al contrario, si restringono per limitare l'esposizione alla luce degli occhi.

Se vuoi vedere visivamente il lavoro del tuo sistema nervoso autonomo, vai allo specchio, chiudi gli occhi e dopo un po 'aprili, così vedrai i cambiamenti che si sono verificati con i tuoi alunni.

10. Sudorazione

Nessuno ringrazia il sistema nervoso dopo aver sentito che sta sudando molto. Tuttavia, se non fosse per la capacità del tuo corpo di agire durante il caldo estremo, ognuna di queste giornate calde potrebbe finire con un colpo di calore mortale per te.

Senza alcun aiuto da parte tua, il tuo corpo mantiene diligentemente l'equilibrio idrico in ogni cellula e mantiene la temperatura richiesta. Quando ha bisogno di rilasciare un po 'di calore, lo fa sotto forma di sudore con l'aiuto di 2, 6 milioni di ghiandole sudoripare. Sudiamo sempre, anche se il sudore (una miscela di acqua, cloro, sodio e potassio) viene spesso riassorbito dalle ghiandole sudoripare prima che raggiunga la superficie della pelle.

Pertanto, è semplicemente l'acqua evaporata dalla superficie della pelle che rimuove il calore in eccesso dal corpo. Ma cosa succede se questo calore in eccesso non c'è? Il sistema nervoso sta ancora preparando il tuo corpo a possibili improvvisi aumenti di temperatura.

E infine, un quadro dettagliato delle relazioni: