Ho deciso di sposarmi! - storia istruttiva

Con queste notizie, il mio fratellino è venuto a trovarmi. Ci siamo seduti in cucina insieme, abbiamo mangiato patate fritte, come da bambini, con le forchette direttamente dalla padella. Sostenendo un mazzo di fette croccanti appese a una forchetta con un pezzo di pane, lui, come casualmente, mi ha improvvisamente sbalordito con la notizia. Anche se non avrebbero dovuto esserci sorprese in questo ambito, per evitare ulteriori malintesi, ho chiesto:

- E su chi, se non un segreto?

- Come su chi, su Tanya, ovviamente.

Sospirai di sollievo. Conoscevo bene Tanya, vivevano con mio fratello da quasi un anno e, secondo le sue storie, vivevano bene.

- Allora congratulazioni. Quando?

- Beh, non abbiamo ancora deciso la data, forse in autunno. Quindi inizia a cucire il vestito, sorellina.

- Aspetta, il mio vestito è la decima cosa qui. Faresti meglio a dirmi come vivi? E perché tanta fretta?

- No, non preoccuparti, non al volo. La amo e basta, e lei è la migliore.

- È solo un ideale? Come stanno Natasha, Olya e Sveta? Stavo sogghignando.

- Non essere birichino, questa volta è tutto serio, fratello offeso. Beh, non è l'ideale, ovviamente, ma non ci sono persone senza difetti, giusto?

- Beh, le parole non sono di un ragazzo, ma di un marito. Adesso sono calmo per te.

Il fratello fece una pausa e poi aggiunse:

- Ora, se sapesse ancora cucinare, sarebbe vicino all'ideale.

Solo dopo queste parole ho capito perché era venuto, ma non ho affrettato le cose, ho aspettato che dicesse tutto lui stesso.

- Vedi, sorella, mi piacciono tutti gli uomini, mi piace mangiare. Soprattutto fatto in casa, e sempre con carne. E Tanya non cucina, dice che non sa come, che è meglio andare da qualche parte e mangiare che avvelenarsi con una cucina inetta. Oppure acquista prodotti semilavorati in negozio. E proprio come penso che dopo il matrimonio mangerò salsicce e gnocchi, o, al massimo, panini con il tè, voglio ululare alla luna. Ascolta, forse puoi parlarle, spiegale che non sarai pieno solo dei suoi bellissimi occhi. Beh, ti insegno a cucinare, eh? Sì, qui almeno le stesse patate fritte, non potete farlo: pelatela, buttatela in una padella ed il gioco è fatto, è pronta in venti minuti.

- Beh, se non vuoi farlo, forse cucinerai da solo? E tu sei pieno e soddisfatto e tua moglie non soffre in cucina?

- No, non lo farà, non sono affari da uomini. Non voglio. È una donna e deve nutrire suo marito.

- Oh, fratello, è troppo presto per te per sposarti, troppo presto. Devi ancora pulire e pulire il tuo cervello. Con tali approcci, il tuo matrimonio andrà via.

"Ok, non ho bisogno di lezioni sui ruoli di genere qui. Mia suocera mi sta ancora leggendo questo, il corso completo. Sei mia sorella o lei? Puoi aiutare?

Ci ho pensato. È uno sciocco, ovviamente. Ma se fosse stato più intelligente, non si sarebbe sposato a 22 anni. Ma non lo dissuaderò, lascerò che prenda decisioni sulla sua vita e ne sia responsabile.

- Ascolta, fratello. Non le parlerò. Perché se tu, la persona che ama, non ascolti, sua sorella non sarà un'autorità per lui. E non ti insegnerò a cucinare. Se voleva e poi ha chiesto con piacere. Non puoi insegnarlo con la forza.

Ha bisogno di volerlo da sola, capisci? E poi posso darti un consiglio.

Mio fratello posò la forchetta e mi guardò attentamente.

- Allora fai così: vai al mercato domani e compra il pesce. Solo il pesce dovrebbe essere di fiume, con squame e non eviscerato. La carpa, per esempio. Portala a casa e chiedi a Tanya di cucinarla per la cena. Se dice che non lo farà e non sa come, chiedi di nuovo e poi non ricordarmelo fino a sera. Quando è ora di cena, chiedi dov'è la carpa cotta? Ai suoi ricordi che ti ha detto che non avrebbe cucinato, non rispondere a nulla, ma chiedile di aspettarti a casa, vestirti ed uscire tu stesso. Se avevi l'abitudine di mangiare cibi pronti o semilavorati, allora ti aspetterà con pizza o gnocchi. Ma porta una sorpresa con te.

Fissa un appuntamento con una ragazza in anticipo per venire a trovarti e preparare la cena. La ragazza deve essere giovane, bella e sorriderti. Sarà molto bello se la ragazza è familiare a Tanya. Spetta a te decidere come negoziare con lei. Quindi, portala a casa e di 'a Tanya che, loro dicono, cara, se non puoi prepararmi la cena, allora lo farà un altro. E poi resisti. La reazione, ovviamente, sarà tempestosa e di protesta, ma non prestate attenzione. Porta la ragazza in cucina e aspetta che la cena sia pronta. Ricorda la cosa principale, non farti coinvolgere in rifiuti e resa dei conti, ruota silenziosamente la tua linea. Quindi cenare e portare a casa la ragazza. Arrivederci, assicurati, almeno un'ora. Questo è importante, perché la prima mezz'ora di assenza può salvarti la vita, ma la seconda mezz'ora è necessaria per lei per pensare profondamente. Bene, allora prendi un po 'd'aria nel petto e torna a casa. E non ricordare o discutere cosa è successo fino al mattino. Il giorno dopo, portale un pollo, per esempio, e chiedile di cucinarlo. Bene, cosa succederà dopo, lo dirai dopo.

Dopo tale consiglio, dopo aver stabilito alcuni dettagli, il fratello tornò a casa con le intenzioni più decise e piani insidiosi. E ho iniziato ad aspettare i risultati.

Una settimana dopo, mio ​​fratello venne in visita e iniziò a dire:

- Allora, come mi hai consigliato, ho comprato una carpa, ho chiesto di cucinarla e, naturalmente, per cena avevamo solo le sue scuse beffarde. Ho preso un appuntamento con Natasha in anticipo Ti ricordi di Natasha, la mia ex? Quindi, non le ho nemmeno spiegato i dettagli, ho solo chiesto di venire a casa nostra e insegnare a Tanya a cucinare. Natasha era felice di mostrare almeno la sua superiorità in qualcosa, quindi si è offerta volontaria con gioia. Quindi, torniamo a casa con Natasha, la aiuto a spogliarsi e dico a Tanya con voce calma: La mia gioia, dal momento che non sai cucinare, allora Natasha lo farà. Avresti dovuto vedere la faccia di Tanya, non poteva nemmeno dire nulla, inghiottiva solo aria. E quando ha visto Natasha indossare il grembiule in modo professionale e aprire il frigorifero, è andata fuori di testa, ha sbattuto la porta ed è scappata. Ma tu sai quanto sia gelosa Tanya. Dieci minuti dopo è tornata, ha guardato in cucina, ha visto un dipinto ad olio: Natasha stava pulendo il pesce e rideva, io ero seduto su uno sgabello e la stuzzicavo con le battute. Tanya sibilò qualcosa e si chiuse a chiave nella stanza. Ebbene, Natasha continua a cucinare. Quando gli odori fragranti iniziarono a fuoriuscire dal forno, Tanya tornò in cucina e con voce calma chiese a Natasha di tornare a casa e lei aveva bisogno di parlare con me. E io, con la stessa voce calma, dico che poiché Natasha stava preparando la cena, cenerà con noi, e tu, Tanyusha, puoi disporre i piatti e tagliare il pane per ora. E immagina le acque, mi siedo, esteriormente calmo e benevolo. Natasha, soddisfatta, tira fuori il pesce dal forno e commenta anche: Hai qualcosa, Tanyusha, la stufa non è stata pulita da molto tempo. Pulisco la fuliggine con succo di limone e aceto, aiuta molto, ti consiglio come amica, e Tanya sta già ribollendo di rabbia, ma posa silenziosamente le forchette. Abbiamo cenato tutti insieme. Ho lodato la carpa, Natasha era raggiante di orgoglio e gioia e Tanya, con uno sguardo schizzinoso, ha tirato fuori le ossa con una forchetta. Alla fine abbiamo mangiato e ho cominciato a fare le valigie. Vedendo che mi stavo vestendo, Tanya ha minacciato che se fossi andato da qualche parte adesso, quando sarei tornato, non lo sarebbe più. E ho fatto finta di pensare e ho suggerito: Beh, se te ne vai, i piatti rimarranno non lavati. Forse allora Natasha rimarrà e aiuterà a lavare i piatti? Tanya cambiò faccia e sibilò che no, stava meglio. Così è finita la serata. Sono venuto in un'ora, come mi hai consigliato. Tanya stava già dormendo. Al mattino, naturalmente, non mi ha parlato. Sono andato al negozio e ho portato un pollo. È vero, ha avuto un po 'di pietà per lei e l'ha comprata senza piume e già sventrata. Ma con lo stesso tono calmo le chiese di cucinare. E tu sai cosa?

- Bene?

- La sera, si è scoperto che Tanya sa come preparare il pollo in lattina. Così delizioso, grattugiato con aglio e croccante. Quindi è così. Non ci siamo ricordati della visita di Natasha e tutto è andato come prima. Solo ora mangio gustoso e soddisfacente. Che tu ci creda o no, anche i suoi mal di testa sono spariti. Ora, mentre andiamo a letto, è così affettuosa e comprensiva, probabilmente si è anche resa conto che se non è lei, un'altra lo farà volentieri. Grazie per il consiglio, sorellina.

- Sì, grazie, - sorrisi furbescamente - C'è solo un dettaglio, fratello, di cui non ti ho parlato. Da questo momento, quando il tuo amato ti chiede di piantare un chiodo o di avvitare una lampadina, dovrai sicuramente farlo immediatamente. Perché se non sei tu a farlo, allora ci saranno anche quelli che lo vorranno. Assicurati che non funzioni come in quella barzelletta quando ti chiedi chi affila i coltelli in casa tua ...