Fatti interessanti sul cincillà

I cincillà sono roditori della famiglia dei cincillà. L'habitat naturale di questi animali sono le Ande in Sud America. Inoltre, sono in grado di vivere a un'altitudine di 4.000 metri. I cincillà usano le fessure nelle rocce come ripari naturali e, se non possono essere trovati, scavano buche per se stessi. La pelliccia di cincillà è sempre stata molto apprezzata, quindi il loro numero in natura sta rapidamente diminuendo a causa dell'intensa caccia.

L'allevamento nelle fattorie è diventato una salvezza per i cincillà. Questo animale fu addomesticato solo un centinaio di anni fa, nel 1919 l'americano Mathias Chapman iniziò a catturare i cincillà nelle Ande. Ma non è stato così facile farlo, in tre anni sono stati catturati solo 11 animali: 8 maschi e 3 femmine. Dopo aver ricevuto il permesso, Chapman li portò negli Stati Uniti, dove organizzò una fattoria di cincillà. I cincillà si sono adattati alla vita in cattività abbastanza rapidamente. E in condizioni naturali, i cincillà ora possono essere trovati solo in Cile. Ma anche lì non erano rimasti più di 10.000. Il cincillà è elencato nel Libro rosso internazionale.

Possiamo dire che Chapman ha trovato un "colpo di fortuna", poiché il numero di pelli di cincillà nel mercato mondiale è in rapido calo. Ad esempio, nel 1912, circa 350.000 pelli furono importate e vendute nella sola Germania, e dopo pochi anni divennero molto rare.

La pelliccia del cincillà è molto folta. Pertanto, l'animale non tollera bene il calore. Se la temperatura dell'aria supera i 25 gradi, i cincillà diventano letargici, si rifiutano di mangiare. Inoltre, mancano di ghiandole sudoripare. Per i proprietari che allevano cincillà, questo deve essere preso in considerazione e il regime di temperatura deve essere monitorato in modo che gli animali domestici non muoiano.

La prima menzione documentaria di un cincillà risale al 1553. Lo ha menzionato il sacerdote e geografo spagnolo Pedro Cieza de Leon nella sua opera "Cronache del Perù". "Cronaca del Perù" è una vera enciclopedia di geografia, storia, zoologia del Sud America. È stato grazie a questo lavoro che gli europei hanno appreso per la prima volta una cultura così popolare nel Vecchio Mondo come le patate.

I cincillà sono molto puliti, ma non puoi lavarli in acqua, l'animale può prendere un brutto raffreddore. In natura, i cincillà usano la polvere vulcanica per pulire la loro pelliccia, in cui amano nuotare. E a casa, per questi scopi viene utilizzata sabbia speciale. Sorprendentemente, a differenza di altri animali, il cincillà vive molto meno in cattività che in natura. Se in condizioni naturali l'animale vive fino a 30 anni, in cattività di solito non supera i 20 anni.

Una pelliccia di cincillà è il sogno di molte fashioniste. Uno di questi prodotti richiede circa 100 pelli, che è ciò che ha causato il numero di animali a cavallo tra il XIX e il XX secolo. cominciò a declinare rapidamente. C'è una leggenda secondo cui i vestiti di pelliccia di cincillà erano molto popolari tra gli indiani Chinchil. Da qui il nome dell'animale stesso. E la carne di cincillà veniva usata nel trattamento di una malattia così terribile come la tubercolosi.

Un articolo sul cincillà si trova nel dizionario Brockhaus ed Efron, pubblicato in Russia in 86 volumi tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo. Il dizionario riporta addirittura il prezzo della pelliccia di cincillà: "per una dozzina di pelli pagano dai 10 ai 12 rubli con i nostri soldi".

In natura, i cincillà hanno molti nemici. Pertanto, gli animali hanno una caratteristica sorprendente: sono in grado di sbarazzarsi, in caso di pericolo, di parte della loro pelliccia. Se un predatore afferra un cincillà con i suoi denti, perde semplicemente parte della sua pelliccia, salvandosi così la vita. Dopo un paio di mesi, l'area danneggiata è di nuovo ricoperta di vegetazione.

I cincillà sono notturni e preferiscono dormire durante il giorno. Inoltre, mantengono questa caratteristica anche se tenuti in cattività. Il sonno dei cincillà è molto sensibile, anche il minimo rumore può svegliarli. La vista dell'animale non può essere definita ideale, ma è più che compensata da un udito eccellente. Il cincillà sente l'avvicinarsi del nemico a una distanza considerevole.

Come molte altre specie di roditori, i denti di cincillà crescono per tutta la vita. Il cincillà ha 20 denti molto forti, con l'aiuto dei quali è in grado di rosicchiare materiali abbastanza duri.

Il cincillà è abbastanza facile da addestrare. A quasi tutti gli animali domestici può essere insegnato come eseguire semplici comandi. È più facile farlo se l'animale è solo, quindi è più disposto a contattare il proprietario. L'addestramento è fatto meglio la sera, con l'inizio del tramonto, quindi l'animale diventa molto più attivo che durante il giorno.

I cacciatori di tesori sono sicuri che con l'aiuto di un cincillà puoi cercare tesori. Ad esempio, gli indiani sostenevano che era necessario scavare per l'oro dove erano stati trovati questi animali. E sulle spiagge, un cincillà può essere addestrato a trovare gioielli nella sabbia. C'è persino un segno del genere: le possibilità di trovare il tesoro aumenteranno in modo significativo se porti con te il cincillà in una ricerca come talismano.