Fatti interessanti sui bombi

I bombi (latino Bombus) sono un genere di insetti imenotteri che sono parenti stretti delle api mellifere. Circa 300 specie di bombi vivono nell'Eurasia settentrionale, nel Nord America, nel Nord Africa e nelle montagne di altre regioni.

I bombi sono uno degli insetti più resistenti al freddo. Sono in grado, contraendo rapidamente e spesso i muscoli del torace, di riscaldare rapidamente il loro corpo fino ai 40 ° C richiesti. Ciò consente loro di volare fuori la mattina presto e raccogliere il primo nettare quando l'aria non si è ancora riscaldata abbastanza, e dà ai bombi un certo vantaggio competitivo rispetto ad altre specie di insetti.

Aiuta il calabrone a riscaldarsi con la sua "lana" - riduce della metà la dispersione di calore.

In volo, il 90% di tutta l'energia viene convertita in calore, e quindi la temperatura del calabrone volante è costante: 36 "C a una temperatura ambiente di 5 ° C e 45 ° C a 35 ° C nell'aria. temperature, il calabrone non può volare fuori - Sebbene ci siano meccanismi di raffreddamento nei bombi: un calabrone volante rilascia una goccia di liquido dalla sua bocca, che evapora e raffredda la sua testa.

Il calabrone non è in grado di mantenere una temperatura corporea elevata quando è seduto immobile.

Il calabrone sviluppa una velocità di 18 km / h.

I bombi vivono in colonie di 50-200 individui ciascuna. La colonia è composta da tre tipi di individui: femmine, operaie (femmine immature) e maschi. Il capostipite della famiglia è l'utero femminile; questa è una delle poche femmine che hanno svernato fecondato in autunno. All'inizio della primavera (fine aprile-maggio), solo l'utero inizia a costruire un nido.

Una caratteristica dei bombi è che, a differenza di altre api sociali, tutte le larve si sviluppano e si nutrono insieme, in una camera. In condizioni normali, la femmina, dopo aver deposto 200-400 uova, dando ai lavoratori, inizia a deporre le uova, dalle quali si sviluppano femmine e maschi.

È stato a lungo notato che un "trombettista" appare nei nidi di calabrone prima dell'alba, il quale, come si credeva, solleva i suoi compagni tribù per lavorare con un ronzio. Ma si è scoperto che stava solo tremando per il freddo. Infatti, nelle prime ore del mattino, la temperatura sulla superficie del suolo scende drasticamente. Il nido si raffredda e, per riscaldarlo, i bombi devono lavorare molto con i muscoli pettorali.

Nelle giornate calde, puoi vedere un calabrone all'ingresso del nido, che sbatte le ali. È coinvolto nella ventilazione del nido.

I bombi, come le api, hanno il veleno, ma, a differenza delle api, i bombi non lasciano una puntura nella pelle umana. E possono pungere, rispettivamente, molte volte di seguito.

I parenti separati dei bombi chiamati bombi cuculo differiscono in uno stile di vita parassitario, mettono le loro larve negli alveari di altri bombi e inoltre imitano il loro colore.

C'è un malinteso comune secondo cui il calabrone vola contro le leggi dell'aerodinamica. Probabilmente è sorto all'inizio del XX secolo quando si cercava di applicare a un calabrone calcoli di portanza progettati per aeroplani. Il fisico Zheng Jane Wang della Cornell University (USA) ha dimostrato che il volo degli insetti non viola le leggi fisiche. Ciò ha richiesto molte ore di modellazione da supercomputer del complesso movimento dell'aria attorno alle ali in rapido movimento. Wang sottolinea che il vecchio mito del calabrone è semplicemente il risultato di una scarsa comprensione delle dinamiche instabili dei gas viscosi da parte degli ingegneri aeronautici.

A causa della bassa aggressività dei bombi, possono essere ampiamente utilizzati nei giardini e nei cottage estivi. Esiste persino un'industria chiamata allevamento di bombi: l'allevamento di bombi per l'impollinazione delle colture al fine di aumentarne la resa.

Le parole della famosa canzone "Shaggy Bumblebee" dal film "Cruel Romance" sono un adattamento molto libero del poema di R. Kipling The Gipsy Trail, pubblicato nel numero di dicembre 1892 della rivista The Century. A proposito, una volta Dmitry Medvedev, non ancora presidente della Federazione Russa, ha cantato questa canzone al matrimonio di un amico, travestito da zingaro, per il quale ha ricevuto il soprannome di "Bumblebee" in segno di gratitudine.