La creatura più pericolosa del pianeta

Una buona metà delle persone che sono morte nell'intera storia dell'umanità - circa 45 miliardi - sono state uccise da zanzare femmine (i maschi mordono solo le piante).

La zanzara (o zanzara) trasporta oltre un centinaio di malattie potenzialmente fatali, tra cui malaria, febbre gialla, dengue, encefalite, filariosi ed elefantiasi (elefantiasi). Ancora oggi, ogni dodici secondi questo insetto uccide uno di noi.

Sorprendentemente, fino alla fine del XIX secolo, nessuno avrebbe pensato che le zanzare fossero così pericolose. Fu solo nel 1877 che il dottor Sir Patrick Manson - noto anche come "The Mosquito" Manson - dimostrò che l'elefantiasi era causata dalle punture di zanzara.

Diciassette anni dopo, nel 1894, Manson ha l'idea che anche le zanzare possano essere la causa della malaria. Invita il suo allievo Ronaldo Ross, allora giovane medico che esercitava in India, a testare questa ipotesi.

Ross è stata la prima a mostrare come una zanzara anofele femmina trasmette il parassita Plasmodium attraverso la propria saliva. Ha testato la sua teoria sugli uccelli. Manson ha superato lo studente. Per dimostrare come funziona la teoria, ha infettato suo figlio, usando zanzare anofele che aveva portato via da Roma nel bagaglio diplomatico. (Fortunatamente, dopo una dose immediata di chinino, il ragazzo si è ripreso.)

Nel 1902, Ross ha ricevuto il Premio Nobel per la Medicina. Manson viene eletto Fellow della Royal Society e nominato cavaliere. Divenne anche il fondatore della London School of Tropical Medicine.

Oggi ci sono 2.500 specie di zanzare conosciute, 400 delle quali sono membri della famiglia Anopheles e 40 di loro sono in grado di trasmettere la malaria.

Le femmine depongono i testicoli nell'acqua e usano il sangue succhiato per farli maturare. Le larve acquatiche, o pupe, si schiudono dai testicoli. A differenza della maggior parte degli insetti, le pupe di zanzara, note anche come "jergun", sono molto attive e possono scivolare rapidamente nell'acqua.

Le zanzare maschi ronzano con un tono più alto rispetto alle femmine; possono essere sedotti da un diapason convenzionale che produce una nota di SI.

Le zanzare femmine sono attratte da umidità, latte, anidride carbonica, calore corporeo e movimento. Le persone sudate e le donne incinte hanno molte più probabilità di essere morse.

In spagnolo e portoghese, la parola zanzara significa piccola mosca.