Fatti interessanti sull'osso di balena

Invece di perdere i denti nella mascella superiore di una balena sdentata, crescono fino a 1000 lunghe placche cornee, chiamate "ossa di balena". Le placche lunghe fino a 4 metri si trovano attraverso le gengive ad intervalli di 0, 3-1, 2 cm una dopo l'altra, limitando la cavità orale dai lati. Sono divisi in setole sottili e lunghe che formano una specie di setaccio spesso, o filtro, che filtra dall'acqua molluschi planctonici, crostacei e piccoli pesci.

C'era una volta, l'osso di balena era uno dei prodotti principali e più preziosi dell'industria della caccia alle balene. Ne furono ricavati corsetti e crinoline, cornici di ombrelli e manici di fruste, setacci, setacci, spazzole, spazzole, persino sedili di vimini delle sedie.

Gli eschimesi usavano un osso di balena per cacciare gli orsi polari: una striscia affilata di osso di balena veniva arrotolata a spirale, riempita di grasso di foca, che veniva lasciata congelare. Quando un orso mangiava questa esca, il grasso si scioglieva, l'osso di balena si raddrizzava e lacerava lo stomaco e altre interiora, a seguito delle quali l'animale moriva.