Fatti interessanti delle dita

Il sangue per l'analisi viene spesso prelevato dall'anulare. Ciò è dovuto al fatto che è meno coinvolto nel lavoro, a differenza dell'indice e della media. La pelle su di essa non è ruvida, poiché è raramente coinvolta in alcuna azione. La puntura è meno dolorosa. Il mignolo è direttamente collegato ai gusci della mano. È anche inadatto per il prelievo di sangue. Esiste la possibilità di infezione e si diffonde molto rapidamente lungo il braccio.

Le dita più forti in una persona sono l'indice, il medio e l'anello. Un adulto con le braccia distese può sopportare un peso di 55 kg, molto di più quando è piegato.

Nel corso della vita, una persona piega le dita circa 25 milioni di volte.

Anche le lingue finlandese, tartara e persiana chiamano l'anulare. Gli esperti ritengono che questo fenomeno sia dovuto alla fede. Sono convinti che il dito sia dotato di proprietà magiche, quindi è vietato chiamarlo per nome.

L'usanza di utilizzare le impronte digitali come identificazione risale all'antichità ed è sopravvissuta fino ad oggi. È così che gli analfabeti di tutti i tempi e le persone lasciano la loro impronta sui documenti invece di firmarli. E in Giappone, invece di stampare, le impronte del 1 ° e 3 ° dito vengono lasciate su documenti particolarmente importanti.

L'impronta digitale appena rilevata pesa solo 0, 000001 g, contiene grasso, sale, proteine ​​e acqua, che vengono secreti dalla pelle e dalla vernice stessa.

Le dita sono una delle parti più sensibili del corpo umano. Hanno la capacità di captare vibrazioni con un'ampiezza di soli 0, 002 mm.

Sulle gambe solo i pollici hanno il nome. Per il resto non è stato inventato nulla di definitivo

Una rara mutazione nel gene SMARCAD1 può portare ad adermatoglyphia, una malattia genetica che provoca la mancanza di impronte digitali di una persona. Attualmente, nel mondo, sono documentate solo 4 famiglie in cui è stata identificata l'adermatoglyphia.

L'idea sbagliata che gli antichi spettatori romani al Colosseo scegliessero la vita o la morte per i vinti, puntando il pollice verso l'alto o verso il basso, è nata dopo l'apparizione del dipinto 'Pollice Verso' dell'artista Jean-Léon Jerome, che aveva poca conoscenza del latino cultura. In effetti, un pollice piegato in qualsiasi direzione significava la morte per i vinti, a simboleggiare una spada sguainata. E per dare la vita, hanno mostrato un pugno chiuso, accennando a una spada nascosta in un fodero.

Durante la Guerra dei Cent'anni, i francesi tagliarono il medio e l'indice degli arcieri inglesi e gallesi catturati. Quindi, non potevano usare un arco per sparare. Più tardi, gli inglesi vittoriosi iniziarono a mostrare ai francesi la presenza del dito medio: ecco come appariva il famigerato gesto "fanculo". E il medio e l'indice nella forma della lettera V - "viktory" o "vittoria".