Talking Mongoose Jeff

Non si sa ancora chi fosse veramente: un ospite di un altro mondo parallelo, una specie di poltergeist, o semplicemente un'invenzione di una famiglia di contadini per attirare l'attenzione. Una cosa è certa: una mangusta parlante di nome Jeff è diventata una delle creature mitiche più incredibili e famose. Il misterioso animale con una personalità umana è servito anche da pretesto per i procedimenti presso la Corte Suprema del Regno Unito e le udienze al Parlamento britannico.

L'apparizione di Jeff iniziò nel 1931 sull'isola di Man nella fattoria Dorlish Cashen. A settembre, la famiglia della fattoria Irving (James Irving con sua moglie e la figlia Vara), che viveva vicino al villaggio di Dalby, ha incontrato una strana creatura simile a un topo nella soffitta della loro casa.

foto della mangusta di Jeff di Vara Irving

Corse rapidamente lì, bussò e gettò da parte vari oggetti. Poi l'intruso iniziò a balbettare qualcosa come un bambino. Inutile dire che gli inglesi furono scioccati all'estremo da una tale scoperta. Nel corso del tempo, l'animale, che si è rivelato essere una mangusta indiana, ha smesso di nascondersi e ha iniziato a parlare con i proprietari della casa con una sottile voce umana. L'Irving credeva che l'incredibile coinquilina avesse imparato l'inglese nel giro di poche settimane origliando le conversazioni della famiglia. Mongoose si faceva chiamare Jeff e disse che era nato nel 1852 a Delhi, ma fu costretto a fuggire via nave in Gran Bretagna, nascondendosi dalle autorità indiane.

Vara Irving

Jeff ha dichiarato che l'abitazione non gli piaceva affatto e ha ordinato alle persone di ampliarla e migliorarla. Altrimenti, la mangusta ha minacciato di distruggere tutto il pollame e ha anche suggerito che un destino simile potrebbe minacciare i proprietari. Spaventati per le loro vite, gli Irving dichiararono guerra all'audace bestia, cercando di sparargli, avvelenarlo e intrappolarlo. Jeff, tuttavia, si è rivelato molto intelligente e non ferito affatto. Una volta ha dimostrato agli inquilini che può facilmente accendere un fiammifero. Gli Irving erano inorriditi, perché si resero conto che, se lo avessero voluto, la mangusta avrebbe potuto bruciare l'intera casa, ma l'animale no.

La famiglia si rese presto conto che Jeff richiedeva solo attenzione a se stesso e non avrebbe danneggiato le persone, dal momento che gli Irving erano gli unici amici, capofamiglia e ascoltatori della misteriosa creatura. Le parti in conflitto si riconciliarono rapidamente e la mangusta si costruì una parvenza di nido nella stanza della figlia degli sposi Vara. La prima reazione della stampa All'inizio del 1932, un corrispondente del Manchester Daily Dispatch arrivò sulla scena e l'intero paese venne a sapere del misterioso ospite della famiglia Irving. “Ho sentito l'animale parlante? Non lo so. Ma so per certo di aver sentito una voce oggi, che, a mio avviso, non potrebbe in alcun modo essere umana. So anche che le persone che affermano di essere un animale parlante sono ragionevoli, oneste e responsabili, chiaramente non inclini a fare scherzi lunghi e privi di significato ", ha scritto il giornalista. I giornali locali erano scettici su questa notizia. Il giornalista J. Radcliffe, che ha visitato la fattoria, è tornato in redazione con la ferma convinzione che la "voce" di Jeff appartenesse effettivamente alla stessa Vara. Frustrato da una simile reazione della stampa, Irving invitò personalmente Harry Price a venire a indagare sul fenomeno in una lettera. Price all'epoca era impegnato a indagare sul fenomeno Rudy Schneider e inviò il suo amico Dennis sulla scena. Nel luglio 1935 arrivò di persona, accompagnato da Richard Lambert, caporedattore di The Listener, la rivista della BBC.

Impronte di mangusta parlante

Immediatamente dopo che Irving ricevette una lettera da Price e Lambert sulla visita imminente, Jeff tacque e durante la loro visita fu "assente", cosa che deluse notevolmente i ricercatori. Lambert e Price hanno scritto:

Jeff ha scoperto la nostra visita in un mese. Sia gli Irving che noi gli abbiamo chiesto di apparire, ma ha insistito in sua assenza, a suo danno. Dopotutto, se dicessimo al mondo che abbiamo visto o sentito questo animale, passerebbe alla storia come la mangusta più meravigliosa della storia! Inoltre, avrebbe potuto fare fortuna all'Irving. Ha perso un'occasione d'oro. Naturalmente, i proprietari si sono molto rammaricati che abbiamo dovuto lasciare l'isola senza ricevere le testimonianze per le quali erano venuti da lontano. Dissero di aver fatto tutto ciò che era in loro potere e sinceramente non riuscivano a capire perché Jeff si fosse nascosto per quasi cinque settimane.

Irvingi con un giornalista

Nella sua relazione, Price ha osservato che gli Irving, rispondendo in dettaglio alle domande degli ospiti, hanno ripetuto esattamente i fatti esposti nella lettera originale, integrandoli con i dettagli.

Nella sua relazione, il ricercatore ha dedicato uno spazio considerevole alla descrizione del diario di James Irving (più di duecento pagine dattiloscritte), che - per il numero di cose incredibili ivi descritte - confronta con le fiabe di "Mille e uno Notti ". Il diario, come i rapporti stessi, è conservato negli archivi di Harry Price presso la Biblioteca del Senato dell'Università di Londra.

L'Irving lasciò la fattoria nel 1937. Il contadino Leslie Graham, che si stabilì qui dopo di loro, affermò che nel 1946 aveva sparato a uno strano animale che somigliava un po 'a uno scoiattolo, un furetto e una donnola. Tuttavia, secondo la descrizione dell'allevatore, questo animale aveva una colorazione in bianco e nero e una taglia più grande. Vara Irving, che a quel tempo viveva nel sud-ovest dell'Inghilterra, espresse la fiducia che non poteva essere Jeff. Inoltre, sosteneva che la Mangusta Parlante, qualche tempo prima che i proprietari partissero, cominciasse a comunicare con loro sempre meno, per poi scomparire del tutto, forse andando in cerca di una nuova casa.

Nel 1970, un articolo sulla "mangusta parlante" apparve sulla rivista Fate. Il suo autore, Walter McGraw, che conosceva bene Nandor Fodor, che ha comunicato con Vara Irving, ha fatto lui stesso l'ultima intervista. Ha confermato tutto ciò che ha scritto Fodor, così come il fatto che Jeff ha lasciato la fattoria qualche tempo prima che la famiglia se ne andasse. Secondo Vara Irving, Jeff è costato caro alla famiglia: hanno dovuto separarsi dalla fattoria, che aveva la reputazione di "cattiva", quasi per niente.

Jeff mi ha fatto molto male. Tutti ci hanno evitato. I ragazzi mi prendevano in giro con Spooky. < Grazie a lui > abbiamo dovuto lasciare l'Isola di Man, e spero davvero che nessuna delle persone con cui lavoro ora sappia di questa storia. A causa di Jeff, non mi sono nemmeno sposata. Come potevo raccontare alla famiglia di mio marito quello che ci è successo?