Fatti interessanti sulla caccia alle streghe

La stregoneria era odiata principalmente dalla Chiesa cattolica. Fu lei a dare inizio alla campagna di caccia alle streghe intorno alla seconda metà del XV secolo. Sullo sfondo di continue epidemie, non è stato difficile incitare l'odio umano verso le persone con capacità psichiche. Il numero di persone giustiziate in Europa per stregoneria varia da circa 40.000 a 100.000. Inoltre, sono stati accusati di stregoneria su denunce per inezie come i capelli rossi o un personaggio chiuso. Per testare il coinvolgimento di un sospetto con Satana, le fu messa una pietra al collo e gettata nell'acqua. Se esce, significa una strega, ma no, è sbagliato, con cui non succede.

Il primo e più significativo manoscritto sulla stregoneria e la lotta contro gli stregoni è stato Il martello delle streghe di Sprenger e Kremer. Fu pubblicato per la prima volta nel 1486 e ristampato quattordici volte prima del 1520.

Giovanna d'Arco fu bruciata come una strega sul rogo per eresia e stregoneria. L'ultima donna fu giustiziata per stregoneria in Europa nel 1782.

Nel 1735, l'Inghilterra civilizzata sostituì la legge sulla punizione della stregoneria con un procedimento per frode. Questa legge continuò ad essere utilizzata fino agli anni '40 per perseguitare individui come spiritualisti e zingari, fino a quando non fu abrogata nel 1951.

Tuttavia, la caccia alle streghe continua nei nostri tempi moderni. Nel 2008, in Kenya, una folla ha bruciato viva almeno 11 persone accusate di stregoneria. Nel marzo 2009, fino a 1.000 persone in Gambia sono state rapite dal governo con l'accusa di stregoneria.

In India, dichiarare una donna strega è uno stratagemma comune per impossessarsi di terra, denaro o persino punirla per aver rifiutato le molestie sessuali. A volte questo porta all'espulsione o all'omicidio della vittima. Per sospetto di codificazione, un totale di 2.500 persone sono state uccise in India tra il 1995 e il 2009. Il linciaggio è particolarmente comune nei poveri stati settentrionali di Jharkhand, Bihar e nello stato centrale di Chhattisgarh.

In Papua Nuova Guinea, la legge prevede la pena fino a 2 anni di carcere per la pratica della magia "nera". La stregoneria o la stregoneria rimangono un reato penale in Arabia Saudita, sebbene l'esatta natura del crimine non sia stata determinata.