Russo con cinese - fratelli per sempre

Questo tormentone ci è venuto dalla canzone "Mosca - Pechino", scritta dal compositore Vano Muradeli nel 1949 sui versi di Mikhail Maksimovich Vershinin. La canzone è stata scritta al culmine dell '"amicizia sovietico-cinese" e avrebbe dovuto fungere da simbolo. Più tardi, quando NS Khrushchev salì al potere in URSS, le relazioni tra i due paesi si deteriorarono bruscamente, e questa frase in uso non ufficiale cominciò a essere citata solo ironicamente, e la canzone fu "messa da parte".

Russo e cinese sono fratelli per sempre, l'unità dei popoli e delle razze sta diventando più forte.

Un uomo comune raddrizza le spalle, Un uomo comune cammina con una canzone, Stalin e Mao ci ascoltano.

Coro:

Mosca - Pechino, Mosca - Pechino, i popoli vanno, avanti

Per lavori leggeri, per una pace duratura

Sotto la bandiera della libertà.

La voce dello Yangtze si sente sul Volga, i cinesi vedono lo splendore del Cremlino.

Non abbiamo paura di una tempesta militare, La volontà dei popoli è più forte di una tempesta, La nostra vittoria è glorificata dalla Terra.

Coro.

Non c'erano legami più forti al mondo, Nelle nostre colonne, giubilante maggio.

Questa è l'Unione Sovietica in marcia, questa è la potente Unione Sovietica, la Nuova Cina sta marciando a fianco!

Coro.