Fatti interessanti sul cannone dello zar

Uno degli oggetti esposti che attira l'attenzione dei visitatori del Cremlino di Mosca è senza dubbio lo Tsar Cannon, monumento dell'arte di fonderia degli artigiani russi del XVI secolo. La storia ha conservato il nome del suo creatore, il fonditore Andrey Chokhov, che ha lavorato al Cannon Yard di Mosca per oltre 40 anni. Il cannone è riccamente decorato con ornamenti e iscrizioni, una delle quali recita: "Il cannone è stato realizzato dallo scrittore di cannoni Ondrej Chokhov".

Il Maestro Chokhov ha lanciato più di venti armi pesanti nella sua vita. Tra questi, ad esempio, il pishchal "Troilus" da sette tonnellate. In seguito anche Chokhov iniziò a suonare le campane. Ha lanciato le campane per la Trinità-Sergio Lavra e il Cremlino di Mosca. Ma il cannone dello zar è l'opera più famosa di Chokhov. L'ultima volta che il suo nome è stato menzionato in documenti del 1629. Probabilmente in questo momento è morto o si è ritirato.

Il cannone fu lanciato nel 1586 per ordine dello zar Fyodor, figlio di Ivan il Terribile. Doveva diventare non tanto una vera arma da combattimento quanto un simbolo della potenza militare dello Stato russo.

In effetti, l'aspetto stesso del cannone non poteva non suscitare rispetto: la lunghezza del cannone è di 5 metri e 34 centimetri, il peso, come indicato sulla canna, 2.400 libbre - quasi 40 tonnellate. Poteva sparare palle di cannone fino a 1 tonnellata. È vero, nessuna informazione è sopravvissuta che il cannone dello zar sia mai stato usato nel corso delle ostilità.

Tuttavia, inizialmente si pensava che la pistola sarebbe stata utilizzata per lo scopo previsto: Mosca ha ricevuto la notizia che il Khan di Crimea stava preparando una campagna contro la città. Il cannone dello zar avrebbe dovuto proteggere la Porta Spassky e l'attraversamento del fiume Moscova.

Attualmente, lo Zar Cannon si trova in piazza Ivanovskaya, accanto al campanile di Ivan il Grande e alla Chiesa dei Dodici Apostoli. Tuttavia, nel corso di quattro secoli e mezzo, la pistola ha cambiato la sua posizione più di una volta. Inizialmente è stato installato sul campo di esecuzione, poi è stato spostato nel cortile dell'Arsenale, nel XIX secolo all'Armeria. È stato solo nel 1960 che è stato spostato nella posizione attuale, sulla facciata nord del campanile di Ivan il Grande.

Ci sono quattro palle di cannone accanto al cannone; sono decorative e realizzate nel XIX secolo nello stabilimento di Byrd di San Pietroburgo. Era semplicemente impossibile sparare con nuclei di questo diametro e peso. Nell'incendio del 1812, la carrozza di legno bruciò, una nuova carrozza e palle di cannone furono portate a Mosca da San Pietroburgo nel 1835.

Installare un cannone su una nuova carrozza richiedeva molto impegno e abilità. È interessante notare che l'asta è stata vinta dal contadino Mikhail Vasiliev, che ha stimato il lavoro a 1.400 rubli. Il cannone è stato installato in sicurezza nel luogo previsto per 125 anni.

Nel 1980, i restauratori hanno lavorato al cannone dello zar e sono giunti a una conclusione interessante: l'arma semplicemente non poteva essere utilizzata per operazioni militari, poiché aveva difetti significativi. Ad esempio, l'interno della canna non è stato nemmeno pulito a fondo dopo la fusione, c'erano numerosi noduli e irregolarità.

Tuttavia, è stato sparato un colpo del cannone dello zar. Ciò è accaduto dopo il rovesciamento di False Dmitry, fingendosi figlio di Ivan IV. Nel 1606 fu ucciso e sepolto vicino alla Porta Serpukhov. È successo a maggio, ma, inaspettatamente, si sono verificate forti gelate, che hanno distrutto i raccolti. Si sparse la voce che la colpa fosse del potere di stregoneria dell'impostore. Hanno scavato le sue tombe e lo hanno bruciato. Le ceneri furono mescolate con polvere da sparo, caricate nel cannone dello zar e sparate.