Repubblica delle banane

Banana Republic (inglese Banana Republic, Spanish República bananera) è un termine originariamente utilizzato per riferirsi ai paesi in via di sviluppo dell'America Latina, in cui, a causa dell'instabilità politica e della dipendenza da una produzione agricola inefficiente, c'erano infrastrutture, istruzione ed economia arretrate, una forte dipendenza dal capitale straniero, un'inflazione relativamente alta, un deficit di bilancio e una valuta nazionale in deprezzamento.

Il termine "repubblica delle banane" fu usato per la prima volta dallo scrittore umoristico americano O. Henry nella raccolta di racconti "Re e cavoli" nel 1904 (Korney Ivanovich Chukovsky usò l'espressione "repubblica della frutta" nella traduzione in russo).

In senso stretto è stato utilizzato in relazione ai paesi del Centro America, dove per lungo tempo l'azienda frutticola americana Chiquita (ex United Fruit Company, alias United Brands) ha avuto ed esercita una forte influenza sull'economia e sulla politica. dei paesi della regione (in particolare, ha organizzato diversi interventi militari, tra cui l'invasione del Guatemala e un gran numero di colpi di stato).

In linguaggio moderno, l'espressione "repubblica delle banane" significa un paese con un governo corrotto, un'economia in rovina, un grande debito estero, corruzione e tangenti di funzionari, bassi salari e una grande percentuale della popolazione che vive al di sotto della soglia di povertà.