Cosa succede se fai un'iniezione con aria in una vena

L'omicidio per iniezione con una siringa con una bolla d'aria in un'arteria è uno degli argomenti preferiti in molti romanzi polizieschi. L'autore inietta il contenuto di una siringa vuota nella vena della vittima, senza lasciare nulla sul suo corpo se non un piccolo segno di puntura che il patologo locale non sarebbe in grado di vedere. È opinione diffusa che una persona morirà se l'aria entra nel sangue venoso. È davvero così? Scopriamolo insieme.

In effetti, il sito di iniezione che nessuno vede è un altro mito letterario e cinematografico. Per trovarlo, non è nemmeno necessario essere il più brillante dei criminologi o il luminare della medicina legale. Dopo la morte di una persona, diventa scuro e intorno ad esso appare un alone luminoso. Quindi lo scienziato forense medio lo troverà rapidamente e capirà la causa della morte.

Una bolla d'aria che entra in un'arteria e blocca il flusso di sangue al cuore o al cervello è chiamata embolia gassosa. L'embolia gassosa può effettivamente essere fatale. Se si tratta di un'embolia cardiaca, può causare un attacco di cuore o creare una pericolosa camera di equilibrio coronarica. Se c'è un'embolia cerebrale, può verificarsi un ictus. Tuttavia, è improbabile che una bolla d'aria uccida qualcuno. Innanzitutto, l'aria deve essere iniettata in una grande arteria o vena - non funzionerà in una piccola. In secondo luogo, la bolla d'aria stessa deve essere abbastanza grande da poter bloccare completamente la grande nave. Secondo gli esperti, è necessario iniettare circa 200 millilitri di aria per provocare la morte improvvisa di qualcuno. Una piccola bolla si dissolverà semplicemente nelle cellule del corpo.

In quali circostanze può entrare una tale quantità d'aria nella vena, che è davvero sufficiente per causare la morte? Ciò è possibile con lesioni e lesioni al collo o al torace. Queste situazioni sono pericolose perché il collo è al di sopra del livello del cuore e nella regione toracica la pressione è inferiore rispetto all'ambiente. In questo caso, l'aria viene rapidamente aspirata nel sistema circolatorio.

La pratica medica standard richiede che il medico si assicuri che la siringa sia priva di bolle d'aria prima di effettuare l'iniezione. Lo stesso vale per gli IV che vengono utilizzati durante o dopo l'intervento chirurgico. I dispositivi "cuore-polmone" hanno filtri incorporati che rimuovono tutte le bolle formate accidentalmente. Gli ospedali seguono la semplice regola numero uno: "non dovrebbe esserci aria da nessuna parte".