Fatti interessanti sugli acidi

Il primo acido che l'umanità è riuscita a isolare e utilizzare, ovviamente, è stato l'acido acetico. E lo stesso termine "acido" (dal latino "acido") deriva probabilmente dal latino "acetum" - aceto. La violazione della tecnologia, nella produzione del vino da parte di antichi vignaioli, ha portato al suo inacidimento e alla formazione di aceto. All'inizio è stato versato, ma poi è stato utilizzato come condimento, medicinale e solvente.

Nel 1778, il chimico francese Antoine Lavoisier suggerì che le proprietà acide fossero dovute alla presenza di ossigeno nella loro composizione. Questa ipotesi si è rivelata insostenibile, poiché molti acidi non hanno ossigeno nella loro composizione, mentre molti composti contenenti ossigeno non mostrano proprietà acide. Tuttavia, è stata questa ipotesi a dare il nome all'ossigeno come elemento chimico. Fu solo nel 1833 che il chimico tedesco Justus Liebig definì l'acido come un composto contenente idrogeno in cui l'idrogeno può essere sostituito da un metallo.

Il grado di acidità di una soluzione è determinato dalla concentrazione di ioni idrogeno al suo interno, che di solito è espressa come numero di gram-ioni per litro. Per comodità, l'acidità delle soluzioni è solitamente espressa nel cosiddetto valore di pH. L'acqua distillata ha un pH = 7, se inferiore la soluzione diventa acida e superiore - alcalina. Le misurazioni vengono effettuate su una scala da 0 a 14.

Lo stomaco umano è costretto a rinnovare ogni giorno la sua superficie per sostituire quella danneggiata dal succo gastrico, cioè l'acido cloridrico. Il succo gastrico di una persona è abbastanza aggressivo da sciogliere completamente una lama di rasoio in una settimana.

Una miscela di due acidi nitrico e cloridrico in un rapporto da 1 a 3, è un liquido giallo e ha una capacità unica di sciogliere molti metalli nobili (oro, platino), per i quali ha ricevuto il nome di "vodka Tsarskoy".

Non molte persone sanno che l'acido fosforico è un ingrediente importante nella popolare Coca-Cola, con un indice di acidità di pH 2.8.

L'acido formico è così chiamato perché nel momento del pericolo viene rilasciato dalle formiche per avvertire gli altri abitanti del formicaio e proteggersi dai predatori.

Negli animali a sangue caldo, una piccola quantità di acido lattico viene prodotta nel processo del metabolismo e il suo odore consente alle zanzare e ad altri insetti succhiatori di sangue di trovare le loro vittime.

La vitamina C o acido ascorbico ha la formula C6H8O6 ed è una vitamina idrosolubile coinvolta nei processi redox biochimici del corpo umano.

L'acido citrico si ottiene non solo dai limoni (25 kg per tonnellata di limoni), ma anche dallo stampo Aspergillus niger.