Come è stato scritto il valzer "Sulle colline della Manciuria"

sulle colline della Manciuria

Nella versione iniziale, il valzer aveva un nome diverso: "reggimento Mokshan sulle colline della Manciuria". Nella provincia di Penza, alla fine del XIX secolo, fu formato un battaglione di riserva, chiamato Mokshansky. A quel tempo, Mokshan era una piccola città distrettuale vicino a Penza.

Il battaglione era famoso per la sua banda di ottoni. Nel 1901, i residenti di Moksha furono trasferiti nella città degli Urali di Zlatoust. Ben presto l'orchestra fu diretta dal sottotenente Ilya Shatrov, diplomato all'Istituto di musica di Varsavia, le esibizioni dell'orchestra divennero una vera delizia per i cittadini.

Durante la guerra russo-giapponese, il battaglione fu rifornito, ricevendo il nome 214 di reggimento di fanteria Mokshan. Nell'estate del 1904 il reggimento fu inviato in Manciuria, alla cerimonia partecipò anche l'imperatore Nicola II.

Nel febbraio 1905, il reggimento Mokshan nella battaglia di Mukden si trovò nel ring del nemico. Nel momento critico della battaglia, Kapellmeister Shatrov ha portato i musicisti al lavoro del seno delle trincee. La marcia di combattimento ha ispirato i combattenti, l'accerchiamento è stato sfondato. Le perdite del reggimento si rivelarono terribili, tra i morti c'era il comandante, il colonnello Pobyvanets.

Anche l'orchestra di Shatrov non ha fatto a meno dei caduti. Per questa impresa, sette musicisti hanno ricevuto il premio di soldato più alto - Croci di San Giorgio, e Ilya Alekseevich Shatrov è stato presentato all'Ordine di Stanislav di 3 ° grado con le spade.

Dopo la fine della guerra, Ilya Shatrov ha deciso di scrivere un valzer in memoria dei suoi compagni caduti. Nel 1906 a Samara, dove fu trasferito il reggimento, Shatrov incontrò l'editore e compositore O. F. Knaub, che accettò di pubblicare un nuovo valzer nella sua casa editrice.

Ben presto il lavoro divenne così popolare in Russia che Knaub ottenne il monopolio sull'uscita di Le colline della Manciuria e sul resto delle opere di Ilya Shatrov. L'uomo d'affari chiaramente non ha subito perdite: per tre anni, lo spartito con il valzer "Reggimento Mokshan sulle colline della Manciuria" è stato ristampato 82 volte in grandi tirature. Dal 1911, il nome del valzer fu abbreviato, cominciò a chiamarsi semplicemente "Sulle colline della Manciuria".

A proposito, fu nel 1911 che una legge sul copyright fu adottata in Russia e Ilya Alekseevich Shatrov iniziò a ricevere dalla società Sirena Record 15 copechi da ogni disco di grammofono venduto.

Molti poeti hanno scritto parole per questo valzer. C'erano diverse versioni del testo e la più popolare fu scritta da Stepan Gavrilovich Petrov, meglio conosciuto come il Vagabondo. È lui che possiede le linee:

Tutt'intorno, le colline sono coperte di foschia ...

Da dietro le nuvole balenò la luna, Le tombe mantengono la pace

Durante la seconda guerra mondiale, il valzer divenne di nuovo estremamente popolare nel paese, soprattutto nell'estate del 1945, quando l'Armata Rossa combatté aspre battaglie con il Giappone in Estremo Oriente. Dopotutto, le ostilità si sono svolte anche sul territorio della Manciuria.

E il compositore Ilya Shatrov, dopo la rivoluzione, si unì all'Armata Rossa. Per molti anni fu il direttore del reggimento di cavalleria a Pavlograd, poi diresse l'orchestra della scuola di cavalleria a Tambov. In questa città, l'autore del famoso valzer morì nel 1952 e fu sepolto nel cimitero di Vozdvizhensek.