Fatti interessanti sul cognac

I residenti della città francese di Cognac furono i primi a notare le proprietà dell'alcol, che rimase a lungo in una botte di rovere, e una delle bevande alcoliche più nobili prende il nome da questo villaggio.

La ricetta per fare il cognac è ​​semplice e complessa allo stesso tempo. Il succo d'uva viene portato a fermentazione e poi distillato due volte in alambicco a fiamma viva. È interessante che dopo la seconda distillazione rimanga solo la parte centrale dell'alcool, utilizzandolo per la produzione del cognac. L'alcol viene invecchiato in botti di rovere per almeno due anni. Nell'ultima fase, il maestro mescola liquori cognac di diverse età per creare una combinazione armoniosa di profondità e complessità del gusto.

Ci sono molti amanti del cognac, ma l'80% di questa bevanda viene consumata nei cocktail.

Fatto interessante, il cognac aiuta a dilatare i vasi sanguigni e allevia il mal di testa.

Il consumo regolare di cognac (circa 15 ml al giorno) protegge dalle malattie cardiache.

L'alcol per il cognac è ​​ottenuto da alcuni vitigni: Folle Blanche, Colombard e Ugni Blanc - circa il 98% del cognac è ​​prodotto da quest'ultimo tipo. Inoltre, le uve vengono coltivate in 6 zone diverse, il che influisce anche sul gusto. Un fatto interessante, fino al 1909 in Francia c'era un decreto secondo il quale solo gli alcoli estratti dall'uva di queste particolari zone possono essere chiamati "cognac".

È interessante che circa il 3% - 7% del volume totale di cognac evapora durante la maturazione. Sono questi fumi che provocano la crescita di funghi sulle pareti degli scantinati.