Curiosità sul Mar dei Sargassi

Il mare di Sagasse è un mare infinito nell'Oceano Atlantico, che si estende dalle Isole Canarie a ovest. Questo è un vero regno di alghe e acque stagnanti e calde. I marinai portoghesi chiamavano questo luogo il Mar dei Sargassi a causa dell'accumulo di bolle d'aria attorno alle alghe, simili per dimensioni e forma al vitigno Sarga popolare in Portogallo.

10 fatti interessanti sul Mar dei Sargassi

  1. Nel 1492, Cristoforo Colombo fu il primo degli europei ad attraversare il Mar dei Sargassi, che si estende per 5mila chilometri di latitudine e 2mila chilometri di longitudine. La sua acqua è calda e salata. Nonostante le grandi profondità (4-6 chilometri) e il colore blu intenso, è trasparente, poiché lo strato superiore contiene poco plancton - piccoli organismi sospesi.
  2. Il Mar dei Sargassi è una delle zone più pericolose e misteriose dell'Oceano Atlantico. La superficie di questo mare è di 7 milioni di metri quadrati. chilometri, ed è all'interno di questi limiti che si trova il terrificante Triangolo delle Bermuda, dove, come dicono numerose leggende, scompaiono navi, aerei e altri oggetti. La profondità della zona dell'acqua è di poco più di 6 chilometri e la temperatura dell'acqua alla sua profondità è quasi il doppio della media dell'Oceano Mondiale.
  3. Il nome del Mar dei Sargassi risale ai viaggi di Cristoforo Colombo, il fondatore di queste acque. Navigando per questi luoghi, Colombo si imbatté in acque stagnanti, avvolte da un denso strato di alghe, in cima alle quali si trovavano bacche incomprensibili. Il capitano della nave e molti membri dell'equipaggio affermarono di sentirsi come se fossero in un barattolo di alghe e non potevano allontanarsi da queste piante filamentose.
  4. Il Mar dei Sargassi è tacitamente chiamato "Garbage Continent", poiché la quantità di rifiuti accumulati in questa zona è molto ampia. Ciò è dovuto alla scarsa mobilità del sistema di correnti del Pacifico settentrionale, quindi i detriti semplicemente non possono scomparire da qui naturalmente. Circa il 20% dei rifiuti viene scaricato in mare dalle navi, il resto dalla terra.
  5. Questo è l'unico mare che non ha sponde terrestri. C'è una corrente permanente qui. A est, il mare è bagnato dalla Corrente delle Canarie, a sud dalla Corrente di Passatnoye, e da nord-ovest c'è la Corrente del Nord Atlantico, e da ovest la zona dell'acqua è bagnata dalla ben nota corrente del Golfo Ruscello - questi sono i "confini" del Mar dei Sargassi.
  6. Il Triangolo delle Bermuda non è misticismo, ma un fenomeno spiegabile. Come abbiamo già detto, è il Mar dei Sargassi che comprende il famigerato Triangolo delle Bermuda, dove presumibilmente scompaiono navi e aerei. Tuttavia, non c'è misticismo in questo, e questo è spiegato dalla calma quasi costante nel mare. Raramente c'è una leggera brezza qui, ed era disastroso entrare in mare aperto con un tempo simile, specialmente per le navi di legno. E poiché le persone non sono sempre riuscite a spiegare perché le navi smettono di navigare e non tornano a casa, hanno attribuito tutto al triangolo "misterioso" vicino alle Bermuda. Anche l'US Coastal Service smentisce la misteriosa versione, che per tutto il tempo della sua esistenza non ha confermato un solo caso di inspiegabile scomparsa di una nave marittima o di un aereo. Tutti gli incidenti e gli incidenti sono stati associati esclusivamente a malfunzionamenti tecnici e condizioni meteorologiche avverse.
  7. Il Mar dei Sargassi è anche unico in quanto non ha una massa costante, come comunemente si crede nei mari continentali. La superficie del mare è di circa 5 milioni di metri quadrati. chilometri, e il volume d'acqua in esso contenuto dipende dalla posizione delle correnti, che sono i confini formali del serbatoio.
  8. Una volta nelle profondità del Mar dei Sargassi, quasi accadde una catastrofe nucleare, che potrebbe servire come l'inizio dello scontro atomico tra URSS e USA. Ciò è accaduto a causa di un sottomarino sovietico, in cui, mentre era in allerta nelle acque di questo mare, il vano motore ha preso fuoco. Il marinaio Anatoly Preminin si precipitò a spegnerlo, avendo affrontato l'estinzione dell'incendio, ma morì a causa delle ustioni. Se non fosse stato per la sua impresa, l'incendio avrebbe provocato la detonazione di munizioni atomiche, l'inizio di una catastrofe ambientale per gli Stati Uniti, e non si sa a cos'altro tutto ciò avrebbe portato.
  9. È interessante notare che le anguille depongono le uova nel Mar dei Sargassi. I giovani lungo la Corrente del Golfo raggiungono l'Europa, dove trascorrono la maggior parte della loro vita nei fiumi. E per la deposizione delle uova migrano di nuovo nelle acque del Mar dei Sargassi.
  10. Il fondo del Mar dei Sargassi è considerato una delle più grandi sepolture naturali di navi marittime. Poiché dopo la scoperta del Nord America e delle isole dei Caraibi, un numero enorme di navi mercantili passò attraverso questo territorio e la sicurezza di queste strutture lasciava molto a desiderare, le navi affondate iniziarono ad accumularsi sul fondo del Mar dei Sargassi. L'intreccio vorticoso di correnti e vortici non consentiva il passaggio di navi piccole e scarsamente attrezzate attraverso la zona dell'acqua. Pertanto, oggi in fondo a questo mare centinaia di navi sono intatte, un tempo trasportavano spezie, metalli preziosi, cereali, bestiame.