Fatti interessanti su Yaroslavl

Un antico insediamento è stato scoperto sul territorio della moderna Yaroslavl, che risale al V-III millennio a.C. E la stessa città di Yaroslavl fu fondata, presumibilmente, nel 1010 d.C. e prese il nome in onore del fondatore, il principe Yaroslav il Saggio. Questa è la più antica città russa costruita sulle rive del fiume Volga. È interessante notare che nel corso della sua storia più che millenaria, la città non ha mai cambiato nome.

11 fatti interessanti su Yaroslavl

  1. Il primo stemma di Yaroslavl apparve nel XVI secolo, raffigurava un pesce, il che non sorprende, Yaroslavl è sempre stato uno dei centri di pesca in Russia. In un periodo successivo, l'orso divenne il simbolo della città. Nel 1730, lo stemma fu ufficialmente approvato: "un orso nero in piedi, con un inseguimento rosso nella zampa, un campo giallo". E il simbolo vivente della città è un orso di nome Masha, che vive nella Riserva-Museo di Yaroslavl.
  2. All'inizio del XVII secolo, Yaroslavl servì temporaneamente come capitale dello stato russo. Durante il periodo dei guai, le monete furono persino coniate qui e Mikhail Fedorovich, il primo zar della dinastia Romanov, che seguì da Kostroma a Mosca, rimase per qualche tempo al monastero di Spassky a Yaroslavl. A quel tempo, Yaroslavl era seconda solo a Mosca in termini di numero di abitanti. Nel 1912, l'imperatore Nicola II istituì un giorno di festa a Yaroslavl, che fu celebrato il 24 maggio, come segno dei meriti della città nel superare i guai.
  3. Yaroslavl è il luogo di nascita del teatro russo. Fu qui nel 1750 che la compagnia teatrale di Fyodor Volkov iniziò a mettere in scena spettacoli in un fienile di pietra, che fu adattato per spettacoli. Due anni dopo, per ordine dell'imperatrice Elisabetta Petrovna, Volkov, insieme alla sua compagnia, fu convocato a San Pietroburgo, dove iniziò presto a mettere in scena spettacoli per l'imperatrice e il suo entourage.
  4. Il 1 ° dicembre 1898, il quotidiano "Severny Kray" iniziò ad apparire a Yaroslavl. Il giornale ha rapidamente guadagnato popolarità non solo a Yaroslavl, ma anche nelle province vicine. Non c'è da stupirsi, la sua tiratura ha raggiunto le 5.000 copie, per una pubblicazione provinciale è stato un enorme successo. Il giornale è stato chiuso più di una volta per taglienti pubblicazioni politiche, ma presto è stato riaperto con un nuovo nome. In soli quattro anni, i nomi sono cambiati 42 volte: "Northern Region", "Northern Thought", "Northern News". Inoltre, la parola "nord" è stata conservata in quasi tutti i nomi.
  5. Molti lungometraggi furono girati a Yaroslavl. Una delle più apprezzate, ovviamente, è la commedia "Afonya", diretta dal leggendario Georgy Danelia. A Yaroslavl, gli eroi di questa immagine sono ricordati fino ad oggi. Nel maggio 2010, qui è stato inaugurato un monumento all'idraulico Afanasy Borshov e al suo amico intonacatore Kolya. E accanto a questo monumento c'è la birreria Afonya con interni sovietici. Ad esempio, la birra viene servita nei famosi boccali di vetro da 0, 5 litri.
  6. La prima donna cosmonauta Valentina Vladimirovna Tereshkova nel 1953 si diplomò nelle sette classi della scuola numero 32 di Yaroslavl, che ora porta il nome del suo famoso laureato. Valentina ha iniziato la sua carriera nello stabilimento di pneumatici di Yaroslavl e nel 1959 ha iniziato a studiare presso il club di volo di Yaroslavl, ha fatto diverse dozzine di salti con il paracadute. Il 12 marzo 1962 Tereshkova è stata arruolata nel corpo dei cosmonauti, il 16 luglio 1963 è andata in volo con la sonda Vostok-6.
  7. Il sistema tranviario di Yaroslavl è uno dei più antichi del nostro paese. Alla fine del XIX secolo, la Società per azioni delle ferrovie a cavallo urbane e suburbane in Russia si appellò alla Duma locale con la proposta di organizzare uno spettacolo di salti in città: una carrozza trainata da cavalli su rotaie. E il 30 dicembre 1900, il primo tram passò per Yaroslavl. Attualmente, la lunghezza totale delle linee del tram della città è di 42 chilometri.
  8. I primi filobus domestici furono prodotti a Yaroslavl. Già nel 1936, la produzione di filobus fu lanciata nello stabilimento automobilistico di Yaroslavl, che furono inviati a Mosca e Leningrado. Nella stessa città, il traffico dei filobus è stato aperto molto più tardi, solo nel 1949. Fino a quel momento, i tram hanno svolto il ruolo di principale trasporto pubblico della città.
  9. Nel 2013, un segno simbolico con un nome caratteristico è stato aperto solennemente a Yaroslavl - "Chilometro Zero" dell'Anello d'Oro. Dopo tutto, Yaroslavl può essere giustamente chiamata la capitale del percorso "Anello d'Oro". - Mosca, Kostroma, Sergiev Posad, Rostov il Grande, Pereyaslavl-Zalessky, Vladimir, Ivanovo e Suzdal.
  10. A Yaroslavl, è stato scoperto il manoscritto "The Lay of Igor's Campaign". Il conte Alexei Ivanovich Musin-Pushkin, appassionato di collezionismo di antichità russe, trovò il manoscritto a Yaroslavl alla fine del XVIII secolo. Già all'inizio del secolo successivo, "The Word" fu ristampato più volte e l'originale stesso fu bruciato nel 1812 a Mosca, dove era conservato nel palazzo Musin-Pushkin.
  11. Diverse attrazioni di Yaroslavl possono essere viste su una moderna banconota da 1000 rubli della Banca di Russia. Questo è un monumento a Yaroslav il Saggio, eretto nella città nel 1993. Inoltre, la banconota reca immagini della cappella della Madre di Dio di Kazan, del Monastero della Trasfigurazione e della Chiesa di Giovanni Battista.