Fatti interessanti sulla Grecia

Come sai, la Grecia ha tutto. Da dove viene questa espressione e perché esattamente la Grecia è un simbolo di abbondanza? In effetti, questa frase molto popolare nel nostro paese è apparsa grazie alla commedia di Anton Pavlovich Cechov "Wedding". Proprio a questo matrimonio ha partecipato il pasticcere Kharlampy Spiridonovich Dymba, un greco di nazionalità. Come puoi vedere, ha perso da tempo il contatto con la sua patria storica, quindi, alla domanda su cosa c'è in Grecia, ha risposto brevemente: "In Grecia, è tutto lì".

I greci vanno a letto tardi, dopo le 23, e si alzano alle 5 del mattino. Per il sonno normale, questo, ovviamente, non è sufficiente. Ma nel pomeriggio dalle 14:00 alle 16:30, molte istituzioni sono chiuse e i lavoratori organizzano un sonnellino pomeridiano. In questo momento, non è consuetudine fare rumore, anche la polizia sta monitorando il rispetto del silenzio.

La Grecia è uno dei centri mondiali del turismo. Circa 17 milioni di stranieri visitano il paese ogni anno. Questo è più della popolazione della Grecia stessa, che ha solo 11 milioni di abitanti.

Migliaia di parole in russo ci sono giunte dalla Grecia. Inoltre, nel nostro paese sono diventati così familiari che non pensiamo nemmeno al fatto che siano presi in prestito. Ad esempio: panchina, lanterna, scuola, melodia, poesia e così via. La maggior parte dei nomi comuni in Russia ha anche radici greche.

A proposito, la parola "scuola" nella traduzione dal greco significa "riposo". Il fatto è che le panchine si chiamavano così. Vale a dire, dove c'erano molti vacanzieri, gli oratori amavano parlare, che avevano ascoltatori regolari. A poco a poco, il nome "scuola" si è diffuso alle istituzioni educative. Anche oggi la giornata scolastica nelle scuole inizia con la preghiera.

Il filosofo greco Diogene, secondo la leggenda, viveva in una botte. Ma si tratta piuttosto di imprecisioni di traduzione. Dopotutto, semplicemente non c'erano botti di legno a noi familiari in Grecia a quel tempo. Diogene poteva vivere solo nel pithos, un grande vaso di terracotta per conservare grano o vino.

Attualmente, la Grecia è un membro dell'Unione europea, quindi, la valuta principale del paese dal 2002 è l'euro. E prima di allora, i greci usavano la dracma, che è considerata la più antica unità monetaria d'Europa, è stata usata per 2650 anni.

La flotta marittima greca è una delle più grandi al mondo. Ci sono 156 porti sulla costa del paese. Allo stesso tempo, non c'è un solo fiume navigabile in Grecia, poiché l'80% del territorio è coperto di montagne.

Nel 1823, il poeta greco Dionysios Solomos scrisse L'inno alla libertà, che consiste di 158 quartine. A PARTIRE DAL

Nel 1865, quest'opera è l'inno nazionale, sebbene non completamente, ma solo i primi 24 versi.

Tuttavia, la loro esecuzione richiede molto tempo, quindi molto spesso puoi sentire solo 2-4 delle prime quartine.

Le olive sono uno dei principali prodotti di esportazione della Grecia. Il paese ha alberi di ulivo che portano frutti dal XIII secolo.