Allora chi ha scoperto l'America?

Alla domanda: "Chi ha scoperto l'America?", Qualsiasi scolaretto, senza esitazione, risponderà che è stato Cristoforo Colombo, e questo evento ha avuto luogo nel 1492. Non a caso il 12 ottobre il Nuovo Mondo celebra il Columbus Day in ricordo della scoperta di un nuovo continente da parte degli europei.

Ma all'inizio degli anni venti del secolo scorso, questa verità apparentemente indiscutibile ha deciso di confutare il giovane norvegese Helge Ingstad. Nacque nel 1899 nella piccola cittadina norvegese di Meroker, divenne avvocato nel 1922, ma dopo alcuni anni vendette inaspettatamente il suo ufficio e partì per il Canada. L'avvocato di successo decise di iniziare a cercare prove che gli antichi vichinghi fossero stati in America molto prima di Colombo.

Helge Ingstad

Ingstad ha giustificato brevemente la sua ipotesi: "È scritto nelle nostre saghe". Ma le tracce della presenza vichinga in un continente lontano non sono state immediatamente trovate, ci sono voluti decenni. In tutti questi anni, la vita di un norvegese assomigliava a un romanzo d'avventura. Per quattro anni ha cacciato animali da pelliccia in Canada, è stato il governatore di Eric the Red Land nella Groenlandia orientale. Dal 1933 al 1935 - Governatore delle Svalbard. All'inizio degli anni '50 organizzò una spedizione etnografica nel nord dell'Alaska.

E solo nel 1960, il sogno dell'ostinato norvegese si avverò: nel nord di Terranova, vicino al villaggio di Lance aux Meadows, riuscì a trovare le tracce di un antico insediamento. Una spedizione archeologica, che comprendeva archeologi di molti paesi, ha condotto scavi per diversi anni e nel 1964 è stata fatta una conclusione clamorosa: si tratta di un insediamento normanno del X secolo. I vichinghi visitarono l'America 500 anni prima di Colombo.

Monumento a Leif Eriksson a St. Paul (Minnesota).

Nello stesso 1964, Ingstad fece un rapporto al Congresso degli Stati Uniti, dopo di che il presidente Johnson firmò un decreto secondo il quale il 9 ottobre fu dichiarato il Giorno di Leif Ericsson, il Normanno riconosciuto come lo scopritore dell'America. Tuttavia, il Columbus Day non è stato cancellato, queste due date sono andate d'accordo pacificamente. È solo che il 9 ottobre si chiama America's Discovery Day.

Lo stesso Helge Ingstad è morto il 29 marzo 2001 al 102 ° anno di vita. La sua scoperta è stata spesso paragonata alla scoperta di Troia dall'archeologo Schliemann. Fino alla fine della sua vita, alla domanda: "Allora chi ha scoperto l'America?", Ingstad non ha esitato a rispondere: "Viking Leif Ericsson!" A proposito, il norvegese non aveva un diploma di storico o archeologo, ma la sua conoscenza in queste aree era semplicemente enciclopedica.