Come i nostri antenati hanno conquistato l'aria

Da tempo immemorabile, le persone hanno sognato di volare come uccelli. Qualsiasi scolaretto conosce la leggenda di Icaro, che volò via dall'isola di Creta dal malvagio sovrano Minosse. Tuttavia, nel nostro paese c'erano dei romantici che cercavano di superare la gravità.

Ad esempio, nell'era di Ivan il Terribile, un certo servitore Nikitka salì su un alto campanile nella Aleksandrovskaya Sloboda. Sulle sue mani c'erano ali di sua produzione. Nikita saltò giù, sbatté le ali e volò con successo oltre il muro della fortezza. Ma l'esperimento riuscito di un aviatore autodidatta del XVI secolo non fu apprezzato.

Lo schiavo è stato accusato del fatto che questo atto sfacciato non è andato senza l'aiuto di spiriti maligni. Il verdetto fu duro: "tagliare la testa dell'inventore, il corpo di un cane puzzolente maledetto da gettare ai maiali per divorarlo". E le ali stesse furono bruciate di fronte a una grande folla.

All'inizio del XVIII secolo, il contadino Emelyan Ivanov iniziò a costruire un aereo dotato di ali di mica, che dovevano essere gonfiate con l'aria del mantice del fabbro. È vero, Emelyan non aveva soldi. Il boiardo Ivan Borisovich Troekurov lo ha aiutato, prestando all'artigiano popolare 5 rubli, l'importo in quel momento non era piccolo.

Dopo aver finito di lavorare sulla macchina stravagante, Emelyan Ivanov uscì in piazza e suonò l'allarme. Agli astanti in fuga ha detto che ora il lancio dell'aereo sarebbe avvenuto davanti ai loro occhi. Ma, non appena Emelyan iniziò a gonfiare le ali, la mica esplose. Lo sfortunato inventore è stato picchiato con batog e un debito di 5 rubli è stato riscosso dai suoi parenti.

Nel 1729, un fabbro del villaggio di Klyuchi, vicino alla città di Ryazhsk, realizzò ali con filo e piume. Testimoni oculari hanno affermato che il fabbro è riuscito a librarsi da terra, ma un giorno è atterrato sul tetto di una chiesa locale. Un prete arrabbiato ha ordinato di bruciare le ali e ha anatemizzato il volantino.

Nel 1731, l'impiegato Kryakutnaya di Ryazan realizzò un grande pallone, che iniziò a gonfiare con "fumo disgustoso e puzzolente". Il pubblico ha guardato con gioia come Kryakutnoy è riuscito a salire su questa palla "sopra la betulla". Ma le autorità ufficiali hanno reagito a tale impresa con meno entusiasmo: l'impiegato Kryakutnaya è stato espulso per sempre dalla città.

È interessante notare che gonfiando il pallone con "fumo puzzolente" la pepita russa era molto più avanti dei fratelli Mongolfe, che sono considerati gli inventori del pallone. Riuscirono a decollare solo il 5 giugno 1783. Mezzo secolo dopo il disperato residente di Ryazan.