Fatti interessanti sul cuscino

È difficile immaginare un sogno di una persona moderna oggi senza un oggetto così semplice come un cuscino, sebbene nei tempi antichi un cuscino fosse un oggetto di lusso e un indicatore di prosperità.

I primi cuscini apparvero prima della nostra era, sebbene fossero lontani da ciò che ora rappresentiamo con questa parola. Nell'antico Egitto si trattava di assi ricurve, realizzate in modo tale da non rovinare l'acconciatura del faraone. Raffiguravano disegni di dei per proteggere il faraone dagli spiriti maligni mentre era in un sogno. Qualcosa di simile è stato utilizzato in Cina e in Giappone. Pietra, metallo e persino porcellana furono usati anche come materiali per i primi cuscini. Cuscini simili furono usati fino alla metà del XIX secolo.

I cuscini moderni, come siamo abituati a vederli, sono apparsi nell'antica Grecia. I greci amavano molto il comfort e il cuscino era un oggetto di culto per loro. I cuscini sono stati realizzati in colori molto luminosi con pizzi intricati. Di solito erano imbottiti con piume di uccelli, erba o peli di animali e la fodera era cucita in pelle o tessuto.

I romani erano convinti che il cuscino fosse dotato di una sorta di potere magico. Nerone, ad esempio, non andava a letto senza mettere un braccialetto di serpente sotto il cuscino in modo da poter dormire meglio. E Ottaviano comprò un cuscino da un famoso romano che era impantanato nei debiti, l'imperatore voleva avere un cuscino sul quale la persona "perdutamente" indebitata, dormisse in pace.

In Asia, i cuscini non erano oggetti meno mistici. In India, credevano che fosse il cuscino a salvare il Buddha quando era esausto dall'auto-tortura, c'è una leggenda secondo cui il Buddha riempì una borsa con foglie di un albero sconosciuto e dopo aver dormito su un tale cuscino, si svegliò up sano e vigoroso. È vero, da quale albero provenissero queste foglie rimane ancora un mistero.

Nell'antica Russia, anche i cuscini erano tenuti in grande considerazione e parlavano della ricchezza dei loro proprietari. Gli uomini, prima di adempiere ai loro doveri di coniugi, mettono un'ascia sotto i cuscini delle loro mogli. Erano convinti che se gridi "dai alla luce un maschio" nel momento più cruciale, allora succederà. Le giovani vergini, non cedendo agli uomini in ingegno, mettevano un ramoscello di scopa sotto il cuscino, si credeva che chiunque avessero sognato quella notte sarebbe stato loro ristretto. Oltre alle piume di uccelli e peli di animali, i cuscini erano imbottiti con corteccia di betulla, erbe medicinali essiccate o bucce di grano saraceno, che sono molto popolari fino ad oggi, poiché, oltre all'ipoallergenicità, hanno anche un effetto massaggio. Che contribuisce a un sonno più riposante e profondo.