Chi ha inventato la cucitrice

La prima cucitrice conosciuta era fatta a mano. Prodotto nel XVIII secolo in Francia per il re Luigi XV. Ogni coppia era contrassegnata da un'insegna reale. Il crescente utilizzo della carta nel XIX secolo ha creato la richiesta di un dispositivo efficiente per unire i fogli di carta.

Nel 1866, George McGill ricevette un brevetto per una cucitrice per fogli di ottone che era il precursore della moderna graffetta. Nel 1867 riceve un brevetto per una pressa, che consente di fissare fogli di carta con i suddetti dispositivi. Secondo altre fonti, la prima cucitrice è stata la McGill Single Stroke Staple Press, che è stata caricata con una sola graffetta, perforando la carta in due punti. Questa invenzione è stata brevettata nel 1866 e nel 1879.

Infatti, la parola "cucitrice" è entrata in circolazione nel 1909. Fino a quel momento, i meccanismi di cucitura venivano chiamati binder (fastener) o "Hotchkiss" (dal nome dell'azienda americana che li produceva). Cucitrice

Questo fino al 1914, quando la cucitrice apparve negli uffici americani. Tuttavia, le aziende credevano che una cucitrice fosse sufficiente per un ufficio di 500 persone! Le prime cucitrici erano piuttosto difficili da usare per i dipendenti perché avevano punti sciolti o avvolti in carta.

Fortunatamente, nel 1923 la Boston Wire Stitcher Co. ha rilasciato un modello più facile da usare. Durante questo periodo, i produttori hanno anche sviluppato un'altra innovazione: graffette incollate in una striscia per un più facile utilizzo.

Alla fine degli anni '30, Swingline ha rivoluzionato l'incollaggio sviluppando un prodotto per l'apertura delle alette superiori.

Le cucitrici elettriche furono rilasciate vent'anni dopo. Sebbene le cucitrici elettriche soddisfacessero la necessità di una maggiore produttività e precisione, il principio di base di queste prime cucitrici rimase lo stesso.

Fonte: otvety.google.ru