Il lago di montagna più alto del mondo

I laghi sono diversi: grandi, piccoli, profondi, poco profondi, prosciugati, ecc. e) Ma c'è un lago al confine tra Perù e Bolivia, che porta il titolo di più alto situato sopra il livello del mare. Titicaca: è così che si chiama, un po 'ridicolo e persino divertente per l'orecchio russo. Il nome del lago, tradotto dalla lingua degli indiani, significa "puma rock" (kaka - roccia e titi - puma - un animale sacro delle tribù quechua).

Si trova ad un'altitudine di 3812 metri sul livello del mare, vedi, è impressionante, perché anche alcune catene montuose non possono vantare numeri del genere. Si ritiene che le dimensioni moderne del lago (8300) siano solo un residuo di ciò che era un tempo, l'antico serbatoio era semplicemente enorme. Ciò è dimostrato dal fatto che la composizione chimica dell'acqua prelevata dal lago è molto vicina a quella dell'oceano.

Il lago Titicaca ha una lunghezza massima di 190 km e una larghezza massima di 80 km. Lo stretto Stretto di Tikuin divide il lago in due specchi d'acqua.

Sul tema della percezione russa dei nomi latinoamericani: a una sessantina di chilometri dal lago Titicaca c'è una città con un'atmosfera molto inquietante per la lingua russa: la peste. Ma gli stessi residenti non sospettano nemmeno perché i russi siano così sorpresi dal nome della loro bella e accogliente città.

Per quanto riguarda le condizioni meteorologiche prevalenti sulla superficie dell'acqua di questo notevole lago, è piuttosto freddo lì, a causa dell'altezza. Per la maggior parte dell'anno le rive del Lago Titicaca sono ricoperte di ghiaccio, al centro la temperatura è costante (11-12 °), ma nonostante questo la regione è considerata navigabile, la più grande città portuale sul lago è Puno (118 migliaia di persone).

Vale la pena notare che il lago con una profondità massima di 281 m è la più grande riserva d'acqua dolce del Sud America. Anche se non può essere definito assolutamente fresco, poiché la salinità dell'acqua è di circa l'1%. Più di 300 fiumi sfociano nel lago, fluendo dai ghiacciai che circondano l'Altiplano, e il fiume Desaguadero sfocia nel lago Poopo in Bolivia.

La regione dei laghi alpini è un'eredità della già estinta cultura Tiahuanaco, che fu soppiantata dai moderni indiani Aymara alla fine del primo millennio d.C. La cultura ha lasciato il segno nella storia sotto forma di un insediamento ben conservato con una superficie di poco più di 40 ettari. Lo stile e la qualità della costruzione suggeriscono che la civiltà per quel tempo e per il Sud America stesso era abbastanza sviluppata. Da sotto gli strati della terra, gli archeologi hanno estratto un'intera città con quartieri, strade, case e persino una piccola piramide conservati. La piramide è alta 15 m, chiamata Akapana, secondo gli storici, era una continuazione del complesso del tempio. Tuttavia, il complesso era circondato da un muro, di cui non è sopravvissuto molto fino ad oggi, ma, tuttavia, un cancello monolitico adorna ancora l'ingresso. L'immagine della divinità e delle creature irreali che corrono verso di lui è ancora oggetto di controversia su cui adoravano gli abitanti della civiltà perduta.

Se credi alle leggende dei residenti locali, in fondo al lago c'è l'antica città di Wanaku. I subacquei vi hanno trovato frammenti di mura, sculture, case, ma la leggenda sulla città non è stata ancora confermata.