Fatti interessanti sui conducenti

È interessante notare che, nel primo dizionario di Ushakov, un autista era una persona che è un leader, un mentore, un mecenate o un leader. Un altro nome per la professione - autista - deriva dalla parola francese autista, che letteralmente significa "fuochista", "pompiere", dovuto al fatto che carbone e legna da ardere venivano usati come carburante nei primi veicoli con motore a vapore.

I conducenti BMW sono considerati i più aggressivi sulla strada. Circa il 50, 6% dei conducenti intervistati è sicuro che i proprietari di BMW hanno maggiori probabilità di altri di accelerare, frenare bruscamente, tagliare e così via.

Tutti gli uomini rimproverano le donne guidatrici, ma secondo i rapporti della polizia è molto meno probabile che gli uomini siano responsabili di incidenti stradali. Le donne sono più attente e seguono le regole della guida dell'auto in misura maggiore rispetto agli uomini.

In Egitto, i semafori sono solo nelle grandi città e anche in questo caso nessuno dei conducenti vi presta attenzione. Semplicemente non esistono regole del traffico o segnali stradali. Chi ha più auto ha ragione.

Nel 2010 è stato registrato un ingorgo sulla 110a autostrada cinese di importanza nazionale, definita la più grande nella storia del trasporto stradale. Alcuni conducenti hanno riferito di aver percorso la sezione di 100 chilometri per 5 giorni e la congestione totale è durata dal 14 al 25 agosto.

Le sostanze stupefacenti (come la marijuana e la cocaina) rappresentano il 18% degli incidenti stradali mortali negli Stati Uniti e sono più comunemente utilizzate in combinazione con l'alcol. E la bevanda più popolare per un guidatore è ... LA BIRRA.

Circa il 50% dei conducenti che hanno perso la patente per aver bevuto durante la guida continuano a guidare auto senza documenti adeguati.

Nel 1997, i giapponesi hanno introdotto un segno speciale per i conducenti più anziani di età superiore ai 75 anni. Dovrebbero attaccare un adesivo a forma di foglia appassita autunnale sul vetro della loro auto. Tuttavia, alcuni conducenti si sono rifiutati di farlo, evitando di associarsi a una foglia morta, quindi nel 2011 il segno Koreisha è stato cambiato in un quadrifoglio.

In Finlandia, le multe per gravi violazioni del codice della strada sono calcolate come percentuale dell'ultimo reddito dichiarato dell'autore del reato.